Supercoppa italiana, è festa Imoco: Bergamo battuta 3-1

In 5mila al Palaverde per una vera e propria festa del volley. Conegliano, dopo la scudetto, conquista il secondo trofeo della sua storia

VILLORBA Si inizia a spron battuto con le due squadre che si rincorrono sul filo del rasoio: primo minibreak di Bergamo con Sylla e Sworonska (12-14), ma l’Imoco risponde bene con una grande Samantha Bricio che con schiacciate e battute ficcanti ribalta la situazione fino al 15-14.  Qui le Pantere sembrano poter dare la propria impronta al parziale, Raffa Folie (100% in attaco nel set) fa sfracelli al centro con una Skorupa che con palla in mano scatena spesso e volentieri le sue centrali, in più c’e’ una Bricio in grande spolvero.Sul 19-17 sprecata una grande occasione per allungare, Lo Bianco e compagne, squadra di grande esperienza, ne approfittano subito ed è pari 19.  Sylla sigla il 21-22. Bergamo difende l’impossibile e l’Imoco sbaglia con un po’ di frenesia (21-23) che consiglia coach Mazzanti, ex della sfida, a chiedere time out. Altro errore gialloblu’ e ci sono tre set ball per la squadra orobica, il primo lo annulla una Bricio  inarrestabile da posto 4 (6punti nel set con il 56%), ma un’ottima Skowronska (7 punti nel set) dopo un’altra incertezza delle padrone di casa va giu’ pesante per il 22-25 che chiude il set.

Nel secondo set la squadra di coach Mazzanti parte fortissimo, agli smash di Bricio si aggiungono Ortolani (grande secondo set con 5 punti e il 62%) e Tomsia come “mani pesanti” in attacco, arrivano anche i provvidenziali muri di Robin De Kruijf e Bergamo soffre con le Pantere avanti 12-6. Coach Lavarini inserisce l’azzurra Gennari al posto di Sylla, ma l’Imoco continua a marciare spedita. Una “pipe” di Sam Bricio fa esplodere il Palaverde di fede gialloblu’ per il 14-6 che costringe la Foppapedretti al time out. Guiggi in combinazione con Lo Bianco è sempre temibile, ma De Gennaro e compagne tengono il vantaggio con Bricio e capitan Ortolani che inanellano grandi prodezze in attacco. Popovic e compagne provano a riavvicinarsi (21-16), ma Skorupa trova sempre la soluzione giusta per le sue attaccanti e le Pantere pareggiano il conto aggiudicandosi il set 25-18.Terzo set di una partita bellissima, che offre spettacolo, emozioni e colpi di alta scuola ai 5000 del Palaverde.

Le due squadre difendono alla grande, con Pinto da una parte e Moki De Gennaro dall’altra che tirano su’ tutto. L’Imoco prova il break con Ortolani (6-4), Folie e De Kruijf continuano a dare spettacolo al centro sulle imbeccate di Skorupa, ma il match resta in equilibrio fino al muro del 10-6 firmato proprio dalla centrale olandese, Bergamo chiede time out. Kasia Skorupa iniste sulle fast delle sue centrali che in attacco non sbagliano un colpo e nonostante qualche errore in battuta di troppo Conegliano resta avanti (14-10). Rientra Sylla per Gennari nella Foppa, ma Samantha Bricio inventa uno dei suoi aces micidiali per il 16-11, poi Tomsia buca il muro e indirizza il set dalla parte gialloblu’. Sworonska prova a colpire per la rimonta, ma le incusioni di Bricio sono come il peperoncino messicano e le Pantere continuano a volare (20-16). La ricezione funziona, Skorupa puo’ sbizzarrirsi, De Kruijf e Bricio (6 punti a testa nel set) continuano ad attaccare da altezze siderali, l’Imoco chiude 25-22 e sorpassa.

Cambia la musica in avvio di quarto set, Bergamo serra le fila e con l’esuberanza di Sylla e le fast di Guiggi va avanti (1-4, poi 3-8), approfittando anche di un calo in attacco delle Pantere di casa. La difesa della Foppa e le bordate di Sworonska scavano il solco, ma l’Imoco non molla e torna sotto con le “solite” armi offensive: le pipe di Bricio e le fast di De Kruijf, mentre è entrata Carolina Costagrande al posto di Tomsia un po’ in difficoltà, ricuciono lo strappo: muro di Skorupa per il pareggio a quota 11, poi Bricio puntuale sorpassa.  Miriam Sylla tiene attaccate le orobiche, ma Skorupa è lucidissima e smarca sempre un’immensa Bricio e un’Ortolani puntuale per il 16-14. Arriva un break di 3-0 per Lo Bianco e compagne (16-17), con coach Mazzanti che cambia ancora, dentro Cella per Ortolani. Pareggia Folie a quota 17, poi la stessa Elisa Cella si scatena, due punti in fila e Conegliano torna avanti 19-18.  Il ritmo è forsennato, il pubblico si spella le mani per uno spettacolo di altissimo livello con le due squadre che se le danno di santa ragione. La messicana Bricio, in trance agonistica (24 punti, 52% in attacco, MVP del match), mura Sworonska per il 21-19 e coach Lavarini chiede time out.
De Gennaro fa miracoli in difesa e l’attacco trasforma il 22-19, poi pero’ ancora Sylla a muro rimette Bergamo in scia (22-21). De Kruijf pero’ è inarrestabile, va in cielo per il 23-21, poi fa l’ace del 24-21, Palaverde in delirio PER il punto finale firmato da Folie. 3-1 e la Supercoppa è dell’Imoco!

IMOCO VOLLEY-FOPPAPEDRETTI BERGAMO  3-1  (22-25,25-18,25-19,25-22,25-22)

Imoco: Ortolani 11,Bricio 24, Malinov, Tomsia 7, Cella 2, Folie 13, Skorupa 2, Fiori NE, De Gennaro, Danesi ne, Costagrande, De Kruijf 20, Barazza ne. All.Mazzanti

Foppapedretti: Partenio 11, Popovic 9, Gennari 3,Cardullo, Guiggi 7, Venturini ne, Paggi ne, Lo Bianco 1, Pinto, Mori, Sylla 12, Swowronska 18. All.Lavarini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arbitri: La Micela e Braico
Spettatori: 5.000
Note: durata set: 26′,25’33′,30′. Battute sbagliate Imoco 12,Foppa 8.Aces 3-3; Muri 8-7;Errori punto 14-10.
MVP:Bricio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento