Imoco Volley: contro Perugia arriva la prima sconfitta stagionale

Le Pantere di Conegliano pagano le fatiche della vittoria mondiale e con un turnorver di giovanissime si arrendono in 5 set contro l'ultima squadra in classifica del Campionato

Dopo 17 vittorie consecutive, tra cui una Supercoppa e un Mondiale per Club, arriva a Perugia sul campo della neopromossa Bartoccini la prima sconfitta stagionale, alla 18° partita, per l’Imoco Volley nel recupero della 9° giornata. Comunque le Pantere, in formazione completamente rivoluzionata, restano al primo posto con 27 punti, tallonate da Busto Arsizio a quota 22.

Domenica si torna in campo al Palaverde contro la Reale Mutua Chieri (ore 17), che ha battuto 3-1 l’Igor Novara in trasferta, e a seguire ci sarà la festa per condividere con i tifosi del Palaverde il trionfo Mondiale. Imoco Volley in campo con un ampio turnover per il recupero al PalaBarton di Perugia contro la neopromossa Bartoccini in un testa coda tra Conegliano capolista e le umbre fanalino di coda.
L’Imoco ha dovuto tenere a riposo per acciacchi vari alcune titolari, provate da 5 gare in 6 giorni giocate al Mondiale in Cina, quindi coach Santarelli nella “sua” Umbria si è affidato per il sestetto iniziale a Gennari regista, Enweonwu opposto, Botezat e Ogbogu centrali, Geerties e Sorokaite schiacciatrici, libero Fersino. Ma l’inizio della partita è tutto delle umbre, che approfittano di un approccio soft delle Pantere, evidentemente ancora frastornate dal cambio di scenario (e di fuso) dopo il rientro dall’esperienza iridata in Cina. Nella fase centrale la squadra di coach Bovari prende il largo: break sul 14-10, poi una serie di servizi infinita di Montibeller che martella la ricezione gialloblù, le compagne Bidias e Lazic concretizzano fino al 18-12. Timida reazione di Conegliano che risale fino a -5 (19-14), ma nonstante i tentativi di coach Santarelli di rianimare la squadra a suon di time out, senza nemmeno patire troppo la Bartoccini incamera un set dove con i punti di Montibeller (8) e Bidias (6) ha condotto nettamente per chiudere 25-15.

Nel secondo set Demichelis e compagne approfittano di un’Imoco che stenta a carburare  e scappano ancora 7-3. Indre Sorokaite prova a scuotere l’attacco delle campionesse del Mondo, tre colpi consecutivi, di potenza, dell’azzurra danno a Conegliano il -1 (8-7). Le Pantere prendono ritmo e ora difendono, riproponendosi per il pareggio 8-8 con Botezat. C’e’ il sorpasso con Terry Enweonwu (8-9) ed ora il gioco si fa equilibrato. Ancora Alexandra Botezat fa valere i suoi centimetri a muro (10-11), ma Montibeller è ancora calda e risponde con costanza. Il gioco di Conegliano è più ordinato ed efficace rispetto al primo set, Gennari manda a segno Ogbogu che poi fa la voce grossa anche a muro (12-13). Si va punto a punto fino a qualche errore di troppo che continua a contraddistinguere il gioco, per il +2 (17-15) delle padrone di casa. Sorokaite però non ci sta, sigla l’ace poi attacca con grandi risultati e il sorpasso (17-18) porta la sua firma. Ma Perugia vuole punti-salvezza, annusa l’occasione buona e non vuole farsela scappare: Montibeller continua a martellare e Perugia scappa ancora fino al 22-19. Dopo il punto di Geerties entra la “millennial” scuola Imoco San Donà Emma Cagnin (praticamente al debutto) che con grande freddezza entra e piazza tre bei servizi, permettendo a Ogbogu di murare il -1 (21-20), poi Perugia sbaglia ed è 22-22. La battaglia allo sprint finale vede Jennifer Geerties piazzare l’ace del 23-24 e la chiusura a muro di Sorokaite (7 punti nel set) e Ogbogu: 23-25 ed è 1-1. Terzo set con la partita che scorre in grande equilibrio. La prima che prova a scappare è Perugia, Lazic è efficace in attacco e in battuta per il vantaggio 9-6. Extra lavoro per le due giovani libero che si muovono bene, ma non bastano le prodezze di Cecchetto da una parte e Fersino dall’altra per dare uno strappo decisivo. Conegliano si riavvicina con Ogbogu, ma il muro di Perugia e altre imprecisioni permettono alla solita Montibeller di allungare fino a +4 (13-9). Time out di coach Santarelli, che gioca “in casa” visto che è di Foligno. Chiaka Ogbogu al centro trova il vincente, ma la brasiliana Montibeller (5 punti nel set) è ancora scatenata e tiene avanti le neopromosse umbre.  Perugia allunga ancora fino a 16-10 con Bidias, mentre rientra Cagnin per cercare di fermare il black out veneto (attacco ben sotto il 40% nel set). Coach Santarelli ancora ferma il gioco sul 18-11 perché il divario ora è importante. L’Imoco nel suo “up and down” rinserra le fila e si avvicina fino al -3 (21-18), ma poi si scioglie sotto i colpi delle carioca Montibeller e Bidias (6 punti nel set) che la ricacciano indietro sul più bello e chiudono senza trovare resistenza il 25-18.

Dopo la ramanzina di coach Santarelli, l’Imoco inizia con piglio il quarto set, trascinata da Sorokaite (0-2), mentre resta in campo Emma Cagnin come schiacciatrice con Sorokaite opposto. Suo il muro del +4 (2-6), poi Ogbogu risponde a Lazic. Il muro della Bartoccini però sale di tono, Demichelis va a segno per il -1 (6-7), poi pareggia Montibeller. Tutto da rifare. Conegliano allunga ancora a +3 con Geerties, ma le padrone di casa tornano sempre sotto. Ancora la tedesca Geerties, in crescita come Ogbigu (6 punti e 2 muri nel set), spara il +3 (12-15). Time out di Perugia. La partita adesso è molto intensa, gli scambi si allungano. Eleonora Fersino riceve bene e ne beneficia la coppia Gennari-Ogbogu per il 14-17, poi con la difesa e la bordata di Sorokaite arriva il +4 (14-18), Entra Angeloni per Bidias, ma ancora la bionda Geerties sigla una bella doppietta per il +6: 15-21. Le Pantere continuano a spingere (ora l’attacco è sopra al 50%) con le battute di Gennari e i punti di Botezat a rete, fino alla chiusura del set affidata a Geerties (7 punti nel set con il 75%) che con attacco e muro (17-25) manda il match al tie break. Quinto set: due sbavature delle Pantere lanciano avanti Perugia 2-0, ma Botezat accorcia subito.  Sorokaite pareggia 3-3, ma Strunjak vince un duello sotto rete con Gennari e torna a+2 la squadra di casa (5-3). La palleggiatrice romana si riscatta e mura a sua volta (5-5), poi Cagnin allunga 5-6. L’Imoco intensifica le operazioni difensive e trova la palla punto di Geerties (16 punti) in “pipe”: 5-7 e time out di coach Bovari. Gli immancabili tifosi gialloblù si fanno sentire dopo il 6-8 di Sorokaite, Ogbogu fa buona guardia a muro (6 alla fine con 19 punti). Ma Strunjak e compagne sono sempre lì, Lazic risponde (8-9). Indre Sorokaite (16 punti) riesce a trovare soluzioni vincenti (8-10), ma la solita Montibeller (24 punti) tiene la scia e Perugia pareggia 10-10. Il break di 3-0 grazie a una prodezza di Bidias da metà campo (11-10) costringe coach Santarelli al time out. Ma non basta, Bidias gioca con il muro (12-10). Imoco in rottura prolungata, il break diventa 5-0 (13-10) ancora con una scatenata Bidias (23 punti), altro time out gialloblù. Ma continuano gli errori veneti e le prodezze umbre, il break si allunga (7-0) per un 15-10 finale con l’ace di Lazic che significa prima sconfitta stagionale per l’Imoco Volley. Festeggia la Bartoccini. Il commento di Indre Sorokaite: «Non abbiamo giocato al nostro livello, ok le defezioni, ma abbiamo giocato male e potevamo fare meglio. Una partita utile per fare esperienza e imparare molto, peccato per il risultato, mi spiace che non abbiamo mostrato il nostro valore appieno. Ora guardiamo avanti, ci sono tante partite da giocare e bisogna sempre guardare alla prossima».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento