Pallavolo, Imoco Volley Conegliano - Villa Cortese Palaverde

Big match al Palaverde, domenica 10 febbraio 2013, tra Imoco Volley Conegliano e Mc Carnaghi Villa Cortese, per la quarta di ritorno del campionato di serie A1 femminile

Foto: Imoco Volley

Domenica 10 febbraio alle 18 si riaccendono i riflettori sul parquet del Palaverde.

Nella quarta di ritorno di campionato l'Imoco Volley Conegliano si scontreraà con la Mc Carnaghi Villa Cortese, contro la quale le Pantere vinsero 3-0 all'andata.

Dopo la vittoria di domenica scorsa contro il Bologna, le trevigiane sono seste con 17 punti, mentre Villa Cortese è quiunta con 19 punti.

Per tentare il sorpasso coach Gaspari avrà a disposizione la formazione al completo.

"Rispetto all'andata, quando noi facemmo una grande prestazione fuori casa, loro certamente sono una squadra più rodata ed affiatata, sarà difficile sorprenderle come facemmo in trasferta - commenta la schiacciatrice Valentina Fiorin - Di certo quella con Villa sarà domenica quindi una gara difficilissima, loro sono forti e sono migliorate, ma anche noi rispetto ad inizio anno siamo in costante crescita e aver vinto finalmente al Palaverde anche in campionato ci puo' dare convinzione in più in vista di questo match".

"Dobbiamo sfruttare l'entusiasmo e proseguire su questa strada - continua - tuttavia sarà una gara totalmente diversa: contro le bolognesi avevamo l'obbligo di vincere e partite così non sono mai facili da vincere, domenica invece partiamo alla pari e vedremo come andrà. Noi ce la metteremo tutta perchè vincere per noi sarebbe importantissimo per la nostra classifica e per il morale. Dobbiamo far valere in questo girone di ritorno il fattore campo, adesso che abbiamo vinto la prima ci abbiamo preso gusto!".

E a proposito della nuova arrivata, la centrale Jenny Barazza: "Certamente l'avere una come Jenny, al di là del suo apporto eccezionale in fondamentali come il muro e la battuta, costringe il muro avversario a tenerla d'occhio particolarmente, quindi noi schiacciatrici abbiamo relativamente più libertà in attacco. Questo è molto importante perchè dà un'altra dimensione alla squadra e rende il nostro gioco più imprevedibile. Stiamo lavorando per affinare i nuovi automatismi e domenica cercheremo di mettere sul campo i progressi del lavoro settimanale in palestra".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento