Inaugurato "Karate Store", via al countdown verso il Mondiale di Karate a Treviso

L'info point della competizione sportiva è stato inaugurato alla presenza dei sindaci di Treviso e Villorba e dell’assessore allo sport, nonché fondatore di Ren Bu Kan, Ofelio Michielan

TREVISO Il Campionato Mondiale di Karate fa capolino a Treviso. In attesa del grande evento che si svolgerà al Palaverde di Villorba il prossimo 22-24 settembre, l’associazione Ren Bu Kan ha inaugurato stamattina “Karate Store”, l’info point ufficiale della manifestazione, alla presenza dei sindaci di Treviso e Villorba, Giovanni Manildo e Marco Serena, dell’assessore allo sport del comune di Treviso, nonché fondatore di Ren Bu Kan, Ofelio Michielan.

Il “Karate Store”si trova nello spazio precedentemente occupato dal Temporary Store dell’Adunata del Piave, al civico 1/A di piazza Indipendenza, sotto lo scalone di Palazzo dei Trecento. Ancora una volta, dunque, le storie del Karate e degli Alpini si incontrano: come nel 1994, la città di Treviso a pochi mesi di distanza è teatro sia dell’Adunata nazionale, sia del Campionato Mondiale di Karate, con un ideale passaggio di testimone che quest’anno si compie nel negozio dedicato alle informazioni, al ticketing e allo shopping. Nell’info point di WSKA 2017, aperto dal lunedì pomeriggio al sabato con orario 10 - 13 e 16 - 19, sono in vendita i tantissimi gadget che portano il marchio della manifestazione (magliette, felpe, cappellini, agende, braccialetti, giochi per grandi e piccoli introduttivi alla cultura del Karate-do) e sono a disposizione tutte le informazioni sul programma, l’accoglienza e le attività turistiche legate all’evento.

Soprattutto, sarà possibile prenotare i biglietti per seguire la tre giorni di gare del prossimo settembre dagli spalti del Palaverde, dove già si prevede il tutto esaurito. Al momento, infatti, sono 24 le rappresentative nazionali che hanno già confermato la propria partecipazione al mondiale, per un totale di oltre 500 atleti, ma nelle prossime settimane si attende l’adesione di almeno un’altra decina di squadre, per una presenza complessiva stimata in circa 1000 karateka. A questi numeri, inoltre, si deve aggiungere l’ampio indotto portato dal mondo del Karate, disciplina che in tutto il mondo conta circa 80 milioni di praticanti: sulla base dell’esperienza del 1994, in particolare, nella settimana del mondiale è previsto un flusso di almeno 20mila visitatori, tra staff degli atleti, famigliari e semplici curiosi e appassionati. Si preannuncia, così, l’ennesimo grande evento di questo fortunato 2017 per la città di Treviso, dove si è già messa in moto la macchina organizzativa: da un lato il sistema ricettivo, che grazie anche all’apporto del Consorzio di Promozione Turistica, fa registrare già numerose prenotazioni, dall’altro quello della ristorazione locale, che attraverso l’Ascom provinciale sta attivando una convenzione a favore dei partecipanti al Mondiale, utilizzabile negli esercizi ubicati nei comuni di Treviso e Villorba.
 
Il Campionato del Mondo di Karate Shotokan è un evento che si svolge ogni due anni e coinvolge le associazioni sportive aderenti alla World Shotokan Karate Association (WSKA), organizzazione mondiale costituita per promuovere le competizioni di Karate tradizionale Shotokan. Il Mondiale di Treviso è organizzato da Ren Bu Kan, Associazione Sportiva tra le più prestigiose in Italia, che conta 1500 associati e vanta un palmares di 25 titoli italiani, 3 titoli europei e 3 titoli mondiali. Nei suoi 45 anni di storia, Ren Bu Kan, fondata dal maestro 7 dan Ofelio Michielan, ha organizzato un Campionato del Mondo, un Campionato europeo, due incontri Italia – Giappone e varie manifestazioni, tra cui due Heart Cup, Trofeo Topolino, Italia – Germania – Israele, diversi campionati nazionali. Quest’anno organizza il suo secondo Campionato del Mondo (in Italia complessivamente ne sono stati organizzati tre). Il Karate Shotokan è la disciplina, sviluppata in Giappone, come arte marziale a mani nude. L’assenza estrema di ogni arma o oggetto, ha determinato la ricerca, attraverso la massima concentrazione, di una raffinata tecnica che consente la miglior difesa. La finalità di chi pratica il karate Shotokan non sta nel vincere e nel gareggiare, ma nel perfezionare la tecnica ottenendo una grande ricchezza interiore e superando ogni barriera linguistica e culturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento