“Le Abili Bocce”: il progetto sportivo di inclusione sociale unisce tutto il territorio

La squadra di bocce dei ragazzi della Nostra Famiglia diventa un progetto permanente grazie al sostegno della storica azienda coneglianese Lazzaris e della Fondazione di Comunità della Sinistra Piave

Quando il territorio riesce a fare squadra i progetti hanno un futuro. Questo rappresentano le nuove divise della squadra di bocce “Le Abili Bocce”, nata dal progetto della Nostra Famiglia di Mareno di Piave, consegnate nelle scorse ore agli atleti da Fiorenzo Fantinel, Presidente della Fondazione di Comunità della Sinistra Piave, e da Giorgia Lazzaris della storica azienda di marmellate, mostarde e salse bio del coneglianese. Una consegna, quella delle nuove maglie, che vuole inaugurare un nuovo percorso del progetto che, proprio grazie al sostegno dell’Azienda Lazzaris con il contributo donato a Fondazione per ogni vasetto di marmellata Bio venduto, diventerà stabile e potrà guardare al futuro aiutando, grazie allo sport, molti ragazzi seguiti dalla Nostra Famiglia di Conegliano nel loro percorso di inserimento nella Comunità.

“Non smetterò mai di sostenere con forza che creare reti virtuose tra realtà diverse del territorio è lo strumento per poter portare ad una crescita culturale e sociale delle nostre Comunità. – dichiara Fiorenzo Fantinel, Presidente della Fondazione di Comunità della Sinistra Piave – Grazie a Lazzaris e alla sua responsabilità sociale possiamo dare un sostegno concreto ad un progetto meritevole che vuole dare un futuro a questi ragazzi”. Il progetto “Le Abili Bocce”, nato nel 2018 si iniziativa della Bocciofila Saranese e dalla Nostra Famiglia di Mareno di Piave, è un progetto sostenuto dalla FIB – Federazione Italiana Bocce e vede la collaborazione di numerosi volontari e operatori che seguono gli atleti durante gli allenamento nei bocciodromi di Santa Lucia di Piave e San Vendemiano.

“Come azienda crediamo fortemente nell’importanza della crescita sociale della Comunità. Abbiamo deciso di agire responsabilmente per il nostro territorio destinando una parte dei proventi della vendita della nostra linea di marmellate bio a meritevole progetto della Abili Bocce che vuole dare un futuro a questi ragazzi” dichiara Giorgia Lazzaris, socia della Lazzaris s.r.l.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Christian al giudice: «Non l'ho violentata, è stato sesso consensuale»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento