Little Run, oltre 1300 a Vittorio Veneto per donare felicità al Piccolo Rifugio

Record di partecipazione alla corsa e camminata: i fondi serviranno a donare sedute di fisioterapia, una vacanza a Caorle o Auronzo e una cucina alla casa e famiglia per persone con disabilità

Oltre milletrecento uomini, donne, bambini (e qualche cagnolino) hanno corso e camminato sotto uno splendido sole per le vie, le piazze e i sentieri collinari di Vittorio Veneto con un unico comue obbiettivo: regalare gioia alle donne e agli uomini con disabilità del Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto. Un successo di solidarietà e un grande allenamento collettivo la mattina di Santo Stefano per la Little Run, corsa e camminata inventata da Deborah De Nardi ed Alessandro Padovan: questa terza edizione è stata anche quella dei numeri record. Anche alcuni uomini e donne del Piccolo Rifugio hanno partecipato alla camminata.

Due i percorsi: uno di 6 km, che da Costa arriva a Sant'Andrea e passa per il centro città prima di rientrare al traguardo; e uno di 15 km, che saliva sulle colline a Sant'Augusta e Maren e tornava via Serravalle. Per entrambi, il passaggio dentro il cortile del Piccolo Rifugio in viale della Vittoria, dove volontari dell'associazione Lucia Schiavinato avevano allestito il ricco ristoro.

Sarà consegnato a breve al Piccolo Rifugio ogni singolo euro raccolto dalla Little Run. I canali della generosità sono tanti: le offerte di chi ha partecipato all'evento; i contributi di chi ha scelto la maglietta edizione limitata della Little Run o lo scaldacollo o le spillette ufficiali; le donazioni con causale Little Run all'Iban IT 75D 08904 62190 00700 000 4500; quanto ricevuto per i biscotti dell'associazione “Giorgia nel cuore”; e anche 1 euro per ogni iscrizione fatta alla Maratonina della Vittoria 2020 allo stand della Little Run.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'organizzazione della Little Run non trattiene nulla di quanto raccolto, e tutti hanno operato a titolo gratuito e contando sul sostegno degli sponsor. Tutto il ricavato servirà alla felicità delle donne e degli uomini con disabilità, perché sosterrà 3 progetti: 1) sedute di fisioterapia ed altre attività per il benessere degli ospiti del Piccolo Rifugio 2) una settimana a Caorle o ad Auronzo ad agosto per gli ospiti del Piccolo Rifugio 3) l'acquisto, resosi necessario, di una nuova cucina per l'appartamento in cui alcune donne con disabilità imparano a vivere in autonomia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, ecco tutti i check-point per la consegna delle mascherine della Regione

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus, addio al maestro di sci Silvio Baratto

  • Male incurabile, commercialista e padre di due figli muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento