Memorial Bettiol da record, superata quota mille partecipanti

Grande attesa per una manifestazione che anche quest’anno è destinata a confermare la sua leadership di evento di nuoto master più grande d’Italia

TREVISO Nemmeno il tempo di festeggiare la maggiore età e il Memorial Bettiol è già da record. La manifestazione di nuoto master, che il prossimo 18-19 maggio celebrerà al Centro Natatorio Comunale di Treviso la sua 18^ edizione, aveva praticamente registrato il sold out ad appena un’ora dall’apertura delle iscrizioni, con oltre un migliaio di richieste pervenute al sito FIN Veneto. Grande attesa, dunque, per una manifestazione che anche quest’anno è destinata a confermare la sua leadership di evento di nuoto master più grande d’Italia, con quasi 1200 atleti provenienti da circa 110 società e oltre 2000 presenze gara spalmate in un programma di 15 specialità (13 gare individuali e le staffette 4x100 stile libero e 4x50 misto), che si svolgeranno nella vasca esterna da 50 m inserita delle piscine comunali di Viale Europa.

Sarà un’edizione speciale non solo per i numeri, ma anche, appunto, per il traguardo dei diciott’anni, omaggiato, qualche settimana fa, in occasione della presentazione di Circuito Nuoto Italia, da un mito del nuoto italiano, il campione olimpico Massimiliano Rosolino, e dall'amministrazione comunale di Treviso, che consegnarono alla famiglia Bettiol una patente, documento simbolico del passaggio alla maggiore età. «È stato un omaggio spiritoso, ma l'abbiamo preso sul serio - commenta Claudio Bettiol - e non è un caso che il colore della manifestazione quest'anno sia il rosa. Diventare maggiorenni significa prendere coscienza di aver trascorso una vita e di essere diventati grandi: per noi significa, in particolare, realizzare di aver creato nel 2001 un evento con poche centinaia di partecipanti, divenuto oggi una manifestazione di riferimento nel calendario del nuoto italiano».

Un evento nato da una tragedia, la scomparsa nel giugno del 2000, all’età di 27 anni, di Andrea Bettiol, atleta della Natatorium che sognava di organizzare nella sua Treviso una gara di nuoto master, in un’epoca in cui grandi manifestazioni di nuoto latitavano in tutto il Veneto. «Abbiamo raccolto quel sogno e abbiamo fatto l’impossibile per trasformarlo in realtà – prosegue il fratello Claudio – è un impegno imponente per la nostra famiglia, che lo organizza con l’aiuto di Natatorium e della Squadra Master, ma che è diventato irrinunciabile, perché per noi significa ogni anno far rivivere Andrea in una festa dello sport che tanto amava. E che ogni anno ne celebra il ricordo con gioia, come se fosse ancora con noi, come se ne stessimo festeggiando il compleanno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento