Mogliano Rugby sfida Calvisano: svelate le formazioni

Per la nona giornata del campionato italiano di rugby Top 12 la squadra moglianese ospiterà allo stadio Quaggia gli storici rivali di Calvisano. Fischio d'inizio sabato alle 15

Nona giornata del Campionato Italiano di Rugby “Top12” e all’orizzonte un altro ostacolo importante nel cammino del Mogliano Rugby 1969 verso l’obiettivo stagionale. Un Calvisano ferito arriverà al “Quaggia” determinato a fare risultato, ma Mogliano non vuole essere da meno e nonostante il valore dell’avversario cercherà di mettere in campo tutto se stesso, come fatto finora contro qualsiasi squadra. Gli impianti di via Colelli sono pronti ad accogliere le due squadre in una gara che si preannuncia molto fisica, ma con entrambe le formazioni portate a muovere l’ovale su tutto il fronte d’attacco.

Questo il commento di Salvatore Costanzo, assistente allenatore della formazione biancoblù: «E’ stato strano a settembre affrontare Calvisano in precampionato, ma ero appena rientrato in Italia con la mia famiglia e ancora non avevo realizzato esattamente cosa provavo. Adesso, passati alcuni mesi, torno ad incontrarli in una partita importante, e le emozioni sono completamente diverse. Calvisano è stato una parte fondamentale della mia vita, non solo rugbistica. Sono rimasto molto legato a quegli anni, a quel club e a quel paesino che ha dato tantissimo sia a me che alla mia famiglia. Calvisano è un realtà che ha qualcosa in comune con Mogliano, è un club con una storia importante alle spalle, che ad un certo punto della sua esistenza si è trovato a scegliere di fare un passo indietro cercando di riscrivere la propria storia. Tutto grazie a persone con tanta passione e volontà, che hanno fatto in modo che il Club raggiungesse negli ultimi 7-8 anni i traguardi che tutti conosciamo. Ecco, come ambiente il Mogliano di oggi mi ricorda il Calvisano del 2011/2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la partita indubbiamente sarà una gara estremamente fisica, forse più di quella con Padova. Calvisano è una squadra che esprime un enorme volume di gioco, ma che in questo ultimo periodo ha fatto fatica a concretizzare. Credo sia normale visti i numerosi giocatori cambiati negli ultimi anni, ma credo anche che abbia dei giocatori senza alcun dubbio di assoluto valore. Quando i vari Morelli, Chiesa, Andreotti, Zdrilich, Semenzato, Vunisa, e molti altri, riusciranno ad esprimersi tutti nella stessa direzione, Calvisano insieme a Padova sarà la squadra che potrà tranquillamente ambire al titolo. Da parte nostra siamo coscienti dell’importanza di questo incontro, ma rispetto a Padova cambia davvero poco nella preparazione della partita. Principalmente ci stiamo concentrando su di noi e su quello che possiamo fare per mettere in difficoltà squadre di questo livello. Credo a livello tecnico sarà fondamentale la difesa e il gioco al piede, oltre ovviamente alle fasi di conquista. Sara una partita intensa ma bella da vivere per i giocatori, e penso che sia per questo tipo di sfide che valga la pena lavorare duramente tutti i giorni. Noi a Mogliano lo sappiamo, sono sicuro sia lo stesso anche per Calvisano, vediamo cosa succede». Questa la formazione che, sabato 1 dicembre, alle ore 15 scenderà in campo: Da Re; Pavan, Scagnolari, Zanatta, Guarducci; Jackman, Gubana; Bocchi, Corazzi (Cap.), Finotto; Delorenzi, Caila; Michelini, Ferraro, Buonfiglio. A disposizione: Toai Key, Di Roberto, Cincotto, Vizzotto, Carraretto, Fabi, D’Anna, Facchini. L’incontro sarà diretto dal signor Mitrea (Udine), con la collaborazione dei giudici di linea Chirnoaga (Roma) e Boaretto (Rovigo). Quarto uomo il signor Russo di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, ecco tutti i check-point per la consegna delle mascherine della Regione

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus, addio al maestro di sci Silvio Baratto

  • Coronavirus, ecco l'elenco di tutte quelle attività che restano aperte post Decreto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento