Mogliano Rugby e i suoi trequarti: riconfermati Pavan, Zanatta e Scagnolari

Si tratta di tre giovani che nel corso della scorsa stagione si sono rivelati molto utili al raggiungimento dell'obiettivo salvezza

Il Mogliano Rugby 1969 ha ufficializzato la riconferma di tre giovani che nel corso della scorsa stagione si sono rivelati molto utili al raggiungimento dell'obiettivo salvezza. Si tratta dei centri Giovanni Scagnolari e Antonio Zanatta, oltre al trequarti ala Federico Pavan. "Zanatta, Scagnolari e Pavan sono dei giovani veramente interessanti, che l’anno scorso pur non potendo ancora contare su un bagaglio di esperienza consistente, hanno avuto un minutaggio davvero importante" dichiara Salvatore Costanzo, "Antonio Zanatta è un giocatore con un'attitudine al placcaggio notevole, di fatto è stato uno dei migliori placcatori della squadra e ha dei grossi margini di miglioramento. Federico Pavan è un giocatore molto concreto, per costanza di prestazioni e attitudine al lavoro, con uno stile di gioco fatto di consistenza e pochi errori. Giovanni Scagnolari è un giocatore che riteniamo essere dotato di puro talento, che è stato in grado di dimostrare sul campo dando qualità all'attacco. L’anno scorso questi ragazzi si sono fatti carico di responsabilità premature date dalla necessità, crediamo fermamente in una loro ulteriore crescita sia fisica che tecnica che, con il bagaglio di esperienza acquisito nella passata stagione, possa veramente migliorare il loro gioco e rendimento all’interno della squadra".

unnamed-87-69

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento