Mogliano Rugby non convince: Piacenza vince 13 a 9

Passo falso per la squadra trevigiana che, nel fine settimana, non è riuscita a imporsi sul campo dei piacentini. Coach Costanzo: «Una sconfitta che deve servire da lezione»

In foto un attacco di Roberto Dal Zilio

Per pochissimo Mogliano non riesce in pieno recupero a raddrizzare una partita non particolarmente bella, e perde per 4 punti di scarto contro Piacenza, dovendosi accontentare del punticino di bonus difensivo. Una partita che non è stata persa solo per la mancata realizzazione pesante nel finale di gara, ma probabilmente per i molti episodi negativi avvenuti nel corso di tutti gli ottanta minuti. Troppi errori nei momenti decisivi e troppi falli, con due gialli nel finale del primo tempo, che hanno di fatto invertito l'inerzia della sfida, fino a quel momento potenzialmente nelle mani dei biancoblù. Di positivo il fatto che Mogliano non ha mai mollato ed ha continuato a crederci fino in fondo, ma non è riuscito a dare continuità ai risultati delle precedenti giornate. Il campo di Piacenza non è mai semplice da violare, occorrerà non perdere morale e fiducia nel lavoro che viene fatto settimanalmente cercando di migliorare quello che non ha funzionato.

Il prossimo appuntamento è sabato prossimo, 16 novembre alle ore 15, con il confronto casalingo contro il Rugby San Donà, che chiude gli impegni di Coppa Italia. Poi una pausa prima della nuova sfida contro il Petrarca, sempre in casa, e valevole per la quinta giornata di Campionato. Questa la sintetica dichiarazione di Enrico Endrizzi al termine della partita: «Avevamo preparato la partita in un certo modo, ma poi in campo non siamo riusciti a mettere in pratica quanto preparato. Loro sono stati bravi a metterci pressione sui punti d'incontro e ad arginare i nostri punti di forza. Sapevamo che sarebbe stata una partita dura e forse abbiamo un pochino peccato di concentrazione ed aggressività. Sono convinto che una sconfitta come questa, in questo momento, ci possa offrire degli spunti di riflessione che ci potranno servire per le prossime partite, a patto di prepararle ed affrontarle con la necessaria umiltà».

Questa invece quella dell'Head Coach Salvatore Costanzo: «Piacenza ha meritato di vincere la partita. Questo può servirci per farci rimanere con i piedi per terra e capire che se sbagliamo l'approccio alla gara la cosa può trasformarsi in un grosso problema. Dovevamo essere maggiormente pronti a cambiare strategia di gioco, visto il tempo completamente diverso rispetto alle previsioni ma non siamo stati bravi ad adattarci. Nelle fai di conquista abbiamo commesso troppi errori e l'adattamento è mancato anche rispetto agli avversari ed al metro arbitrale. In alcuni momenti cruciali del match abbiamo sbagliato delle touche importanti con poca lucidità. Nonostante tutto siamo rimasti attaccati al punteggio fino alla fine, e per come si era messa la partita, bene così. Ci deve davvero servire da lezione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento