Natatorium Treviso, il 2019 parte dalle famiglie: "Nelle nostre piscine mille persone al giorno"

La società sportiva che gestisce gli impianti natatori comunali organizza, come primo evento ufficiale dell’anno, un incontro gratuito rivolto alle famiglie: “Le Piscine comunali sono tra i più importanti luoghi di aggregazione della città, con 330mila presenze nel 2018”

L’anno nuovo al Centro Natatorio Comunale parte con un’iniziativa rivolta alle famiglie. Venerdì 25 gennaio, alle ore 20,30, Natatorium Treviso, società sportiva che gestisce le piscine comunali, invita la cittadinanza all’impianto di Fiera e Selvana all’incontro gratuito dal titolo “Da bambino ad adulto, a genitore… e oltre”, un’occasione per approfondire alcune problematiche dell’essere genitori insieme allo psicologo Satyam Umberto Bidinotto, fondatore di OMC Treviso.

«Ci presentiamo alla comunità come gestori di uno spazio e di un servizio pubblico – afferma Roberto Cognonato, direttore del Centro Natatorio Comunale – con la consapevolezza e la responsabilità di essere anche un attore sociale del territorio, cui le famiglie si rivolgono per cercare risposte alle proprie esigenze di benessere fisico e non solo. Le piscine comunali sono, d’altra parte, uno dei principali luoghi di aggregazione della città». Nel 2018, in 355 giorni effettivi di attività, gli impianti di Santa Bona e Selvana hanno registrato complessivamente 330mila presenze, 223mila come attività didattiche e 107mila come ingressi liberi: mediamente, quasi mille trevigiani si sono recati in piscina ogni giorno. Numeri in linea con la tendenza degli scorsi anni (anche in termini di iscritti e abbonamenti: 5000 in totale, di cui 3000 a Santa Bona e 2000 a Selvana), che delineano le dimensioni di una struttura, attiva sette giorni su sette, dalle 6 del mattino alle 11 della sera, che rappresenta una vera e propria “grande impresa” del benessere e degli sport acquatici, in cui sono impiegate più di 100 persone tra istruttori, assistenti bagnanti, personale amministrativo, addetti alla manutenzione e alle pulizie.

«Numeri che testimoniano l’importante funzione, in termini di socialità e vitalità, svolta in questi anni ad esempio in un’area come quella di San Liberale e Monigo – prosegue Cognonato – dove lo storico impianto di viale Europa oggi è il riferimento non solo per gli agonisti, che anzi rappresentano solo la punta dell’iceberg del sistema (sono 150 i tesserati, ndr), ma per cittadini di ogni età, che frequentano la piscina nel proprio tempo libero per attività didattiche di ogni genere».

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

I più letti della settimana

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Esce a tagliare l'erba: operaio del Comune trovato morto in strada

Torna su
TrevisoToday è in caricamento