Nuovi arrivi in casa Riverstones: la squadra trevigiana rinforza il suo reparto tecnico

Loris Bucca e Abel Petrarca sono i nuovi tecnici della società trevigiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

BREDA DI PIAVE I River Stones da quando si sono insediati a Breda, a settembre del 2017, stanno vivendo un momento felice sia per l'arrivo di nuovi giocatori sia per il rientro di qualche ex.

Si parla di un incremento del 40% dei giocatori rispetto ai numeri iniziali. La percentuale dovrebbe aumentare ulteriormente grazie anche al lavoro svolto nelle scuole primarie e secondarie del territorio. E' chiaro che a fronte di questo incremento di giocatori era quanto mai necessario l'arrivo di un supporto tecnico da affiancare ai tecnici storici Paro Silvano, Girotto Christian, Favarotto Moreno e Basso Paolo. Anche qui il buon lavoro intrapreso, che è sotto gli occhi di tutti, e la solidità della Società hanno fatto da aggancio a due straordinarie persone, con alle spalle una grande storia sportiva, che si sono avvicinati e ora, per nostra fortuna, sono stabilmente al nostro fianco. Parliamo di Loris Bucca e Abel Petrarca! Loris ha alle spalle una gloriosa storia iniziata con il Rovigo negli anni '70, prima come giocatore e poi come allenatore di successo mettendo nel suo palmares successi importanti sia con la squadra Senior che con le giovanili.

E' stato allenatore a San Donà, un piccolo intermezzo a Treviso, poi a Portogruaro e nel 1990 fonda una società a Casale sul Sile proiettata nel settore giovanile, fermatasi poi per motivi di lavoro. Abel, Argentino DOC, ha vissuto di baseball girando il mondo e parlando cinque lingue. Lavora nel sociale ed è padre di tre neo giocatori che sono arrivati ad ingrossare le file dei River Stones. Si sono subito integrati e ambedue seguiranno l'U14 con Abel che darà una mano al duo Silvano-Christian anche con l'U12. Con questo parterre di allenatori la Società sta già pensando in grande anche se al momento il tallone d'Achille è la mancanza di un'area a Breda su cui potersi allenare. In compenso la lungimirante Amministrazione cittadina ci ha fatto sapere che si sta muovendo per metterci a disposizione l'area già individuata a Saletto. Non potevamo chiedere di meglio! Due nuovi e bravi allenatori, due squadre che si stanno irrobustendo nei numeri e nella qualità, un terreno di gioco in arrivo e la grande voglia di far bene alla comunità di Breda.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento