Palio Nazionale delle botti: sarà Valdobbiadene a ospitare l'edizione del 2018

L'annuncio attesissimo è arrivato al termine dell'ultima edizione del Palio delle botti, tenutosi in Toscana. Il prossimo anno, nel trevigiano, si terrà per la prima volta lo storico Palio

VALDOBBIADENE La notizia è arrivata dal borgo toscano di San Musmè, in provincia di Siena. Domenica 10 settembre 2017, la finale del Palio Nazionale delle botti promosso dall'associazione Città del Vino ha radunato 10 squadre provenienti da tutta Italia, qualificatesi grazie ai risultati ottenuti nelle prove del calendario valide per la classifica nazionale. 

Tra queste anche Refrontolo (capace di ottenere la seconda posizione alle spalle della piemontese Maggiora e davanti alla toscana Suvereto), Vittorio Veneto e Valdobbiadene a tenere alta la bandiera dell’Alta Marca trevigiana tra gli spingitori delle città del vino italiane. E proprio dal palco delle premiazioni è arrivata la candidatura della cittadina del Prosecco Superiore Docg, Valdobbiadene per l'appunto, quale prossima sede della finale nazionale in programma per l'inizio di ottobre 2018. Un’idea pronta a diventare realtà come confermano le parole della comunicazione del presidente dell'associazione nazionale Città del Vino, Floriano Zambon, inoltrata al sindaco del Comune di Valdobbiadene, Luciano Fregonese e all'assessore al turismo, nonché consigliere provinciale, Tommaso Razzolini.

“Con enorme piacere apprendo della concreta volontà da parte del Comune di Valdobbiadene - scrive Zambon - di organizzare la finale del Palio Nazionale delle botti per l’edizione 2018. La data indicata per i primi di ottobre ci sembra perfetta per poter dare la giusta rilevanza a un appuntamento ormai attesissimo, davvero molto seguito”. “Siamo molto soddisfatti per il buon esito della nostra candidatura presentata a inizio settembre- commenta l’assessore Razzolini dopo aver ricevuto l'ufficializzazione - che ci permetterà di ospitare la finale nazionale del prossimo anno. Una grande occasione per promuovere il nostro territorio coinvolgendo ben 10 diverse squadre da tutta Italia: un successo per il Comune e per la squadra valdobbiadenese che dal 2014 si impegna in questo speciale circuito nazionale”. Tutto era nato tre anni fa con la partecipazione al Palio delle botti di Avio in Trentino, una scommessa intrapresa quasi per gioco che ha saputo invece entusiasmare gli spingitori valdobbiadenesi tanto da portare a Valdobbiadene una tappa del Palio nazionale per due edizioni consecutive (2015 e 2016, ndr.). "Il prossimo anno l’evento tornerà nel nostro Comune con la finale - conclude Razzolini - a cui parteciperemo di diritto e che sfrutteremo per organizzare una due giorni che possa raccontare le eccellenze delle nostre colline, dal Valdobbiadene Docg alle molteplici tipicità gastronomiche che l’Alta Marca può offrire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento