A Ponzano karateka da tutta la regione per uno stage di karate filosofico

Attesi al Palacicogna oltre un centinaio di karateka da tutto il Veneto per una giornata di allenamento tecnico e culturale, realizzata in collaborazione con l’associazione organizzatrice del Festival filosofico di Treviso

Ofelio Michielan

“Non c’è pratica senza cultura”, recita lo slogan del seminario “Praticando insieme Karate – Do”, che si terrà domenica 29 settembre al Palacicogna di Ponzano Veneto. Un evento, promosso dall’associazione Giko in collaborazione con il comitato regionale Veneto FIKTA – Federazione Italiana Karate Tradizionale e discipline Affini, che coinvolgerà oltre un centinaio di karateka amatori e agonisti da tutto il Veneto in una giornata di allenamento tecnico, ma anche di approfondimento culturale dell’arte marziale giapponese. Ad aprire i lavori del seminario, alle ore 9, sarà infatti un incontro aperto al pubblico, organizzato dall’associazione Pensare il Presente, con il professor Massimo Raveri, docente ordinario di religioni e filosofie dell’Asia Orientale all’Università Ca’ Foscari di Venezia, che terrà una conferenza dal titolo “Guida e avversario lungo la via: il maestro Zen”.

«In un’epoca dominata dalla fretta e dall’urgenza, lo Zen riporta la nostra attenzione sull’attimo e sul senso profondo del gesto e della presenza mentale che lo accompagna, riconnettendo così la nostra mente al nostro corpo – commenta Damiano Cavallin, direttore del Festival Filosofico di Pensare il Presente - Il dialogo con il prof. Massimo Raveri, stimato studioso del Giappone e suo attento frequentatore, sarà dunque un’occasione preziosa di formazione, sia per gli atleti coinvolti nel seminario sia per i semplici curiosi che vorranno partecipare all’incontro. La conferenza sarà, infatti, aperta a tutti e gratuita, come già accaduto in passato con gli altri eventi culturali nati dalla felice collaborazione tra il mondo del karate tradizionale e Pensare il presente».

«Per noi karateka sarà soprattutto un’occasione per comprendere le nostre radici – spiega Ofelio Michielan, fondatore di Giko e maestro VII Dan, con 50 anni di pratica di karate alle spalle – Il karate tradizionale condivide con la filosofia Zen il principio dell’assenza di pensiero, su cui si basa ad esempio l’esecuzione di qualsiasi tecnica risolutiva, e soprattutto, attraverso di questo, condivide l’obiettivo, ovvero il miglioramento di sé stessi. Siamo grati al professor Raveri del suo intervento, che consentirà ai più giovani di approfondire un’altra “via”, oltre a quella marziale, di quel percorso di continuo miglioramento di sé che riguarda anche noi maestri».

La parte tecnica del seminario, che prenderà il via alle ore 10, sarà condotta da alcuni dei migliori maestri a livello regionale, tra cui Ofelio Michielan, Stefano Mezzalira, Ottavio Piovesan, Moreno Donà e Davide Michielan, e vedrà anche il coinvolgimento del maestro Silvio Campari, allenatore della nazionale di kumite FIKTA, reduce dai campionati mondiali di karate shotokan svoltisi la scorsa settimana in Portogallo, e del maestro Mauro Mion, che tra le 12,30 e le 13,30 terrà una lezione pratica di stretching.

Il programma dello stage tecnico sarà articolato in attività per amatori e agonisti e per pre agonisti. Per i primi gli allenamenti si svolgeranno dalle 10 alle 12 al Palacicogna, per gli altri invece saranno suddivisi tra kata, dalle 10 alle 13,30, e kumite, dalle 10 alle 12 nella palestra delle scuole primarie di Ponzano Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento