Una gradita riconferma a rete per l'Imoco Volley: il prossimo anno ci sarà ancora Folie

La centrale altoatesina è rientrata quest'estate in Nazionale, e la prossima stagione farà nuovamente vedere le due doti di attacco e muro al pubblico del Palaverde

L'Imoco Volley conferma la centrale Raphaela Folie, nata a Bolzano il 7 marzo 1991, 190 cm, all'Imoco Volley dal 2016, con cui ha vinto due scudetti, una coppa italia e due supercoppe. La centrale altoatesina è rientrata quest'estate in Nazionale, e la prossima stagione farà nuovamente vedere le due doti di attacco e muro al pubblico del Palaverde, che la vedrà indossare la sua maglia n°7 per la quarta stagione consecutiva. "La prossima sarà per me la quarta stagione all'imoco, - commenta Folie - qui posso dire di aver trovato una "casa", c'e' un ambiente familiare e un gruppo di ragazze unico con cui lavorare serenamente. All'Imoco Volley la società non fa mancare nulla, noi giocatrici dobbiamo pensare solo a giocare, mi trovo veramente bene sotto tutti gli aspetti ed è stimolante giocare sempre per i massimi obiettivi. 

L'ultimo è stato un anno un po' di transizione per me, dedicato a riprendere la migliore efficienza dopo l'infortunio della finale 2018, ma ora dopo tanti problemi voglio arrivare pronta e in forma all'inizio della prossima stagione per puntare ancora con la mia squadra e le mie compagne a tutti i traguardi che abbiamo davanti. Saluto i nostri tifosi, la nostra forza, e do loro appuntamento al Palaverde per un'altra annata tutta gialloblù!".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Schianto contro un'auto, grave motociclista 46enne

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

Torna su
TrevisoToday è in caricamento