Trasferta amara in terra francese per il Benetton Rugby: in Champions vince il Lione

Al Matmut Stadium non c'è mai stata partita per i Leoni che escono così sconfitti per 28 a 0

Un momento del match (foto LOU Rugby)

Al Matmut Stadium di Lione le cose non cominciano bene per i biancoverdi, oggi in tenuta multicolor. Al 2’ turnover e mischia conquistata dai padroni di casa sui 5m. Un paio di fasi ed i francesi si portano in vantaggio con la meta di Buttin; Wisniewski è impreciso dalla piazzola. Passa qualche minuto e Lione con un’ottima azione costruita grazie ad un veloce gioco alla mano, trova la seconda meta con Ngatai. Questa volta Wisniewski trasforma. Al 17’ i francesi allungano le distanze sfruttando un calcio piazzato facile da realizzare per Wisniewski. Al 20’ arriva il primo squillo dei Leoni, Esposito è bravo a trovare il buco sull’out di destra e a dare continuità con un calcio a seguire. I francesi recuperano per un momento il possesso ma gli uomini di Crowley rubano nuovamente l’ovale e ci riprovano con un’incursione di Sarto che porta i suoi dentro i 22m avversari. Calcio di punizione conquistato con Rizzi che calcia in touche, dalla rimessa laterale i Leoni cercano il varco giusto senza però trovarlo.

Così al 29’ arriva la terza meta francese, questa volta ad opera di Mignot che schiaccia oltre la linea al termine di un’azione cominciata dal break trovato da Regard. Wisniewski fallisce la trasformazione. Sul finale di primo tempo i Leoni hanno l’occasione per accorciare le distanze, da una touche dentro i 22m avversari, si costruisce una maul nel tentativo di andare in meta con Zani. Serie di pick and go con Lione che commette fallo e che consente ai Leoni di tornare in rimessa laterale sui 5m. Purtroppo nel portare l’ovale a terra e costruire un’altra maul, il pallone viene perso in avanti. Il primo tempo termina così con i padroni di casa in vantaggio per 20 a 0.

Al rientro dagli spogliatoi lo staff biancoverde cambia tutta la prima linea. I padroni di casa mantengono invece la rosa invariata così come l’alta pressione portata su ogni raggruppamento. Al 44’ Lione va vicino all’area di meta con una touche sui 5m in attacco, ma nell’occasione sono bravi Sgarbi e compagni nel difendere il drive. Poco dopo i padroni di casa ci riprovano ma anche questa volta i Leoni si difendono e non concedono spazi. Così al 60’ Faiva si presenta in touche sui 5m dei francesi, doppio tentativo di andare in meta prima con Cannone e successivamente con Sarto. La palla viene però poi rubata dalle mani di Faiva. Nel finale di gara i francesi si riportano in attacco, l’indisciplina dei Leoni viene punita con il giallo all’appena entrato Barbini. Fernandez sceglie di andare per i pali per il 23-0. Al 74’ Lione conquista anche il punto di bonus con la quarta meta messa a segno da Gill, Fernandez non è preciso dalla piazzola La gara termina 28 a 0 in favore dei padroni di casa.

Marcatori: 3’ meta Buttin, 8’ meta Ngatai tr. Wisniewski, 17’ p. Wisniewski, 28’ meta Mignot, 67’ p. Fernandez, 74’ meta Gill

Note: 66’ giallo a Barbini

Lyon: 15 Jean-Marcellin Buttin, 14 Toby Arnold, 13 Thibaut Regard, 12 Charlie Ngatai (64’ Rudi Wulf), 11 Xavier Mignot, 10 Jonathan Wisniewski (64’ Pato Fernandez), 9 Baptiste Couilloud (C) (64’ Jonathan Pélissié), 8 Carl Fearns, 7 Patrick Sobela (68’ Liam Gill), 6. Dylan Cretin, 5 Hendrik Roodt, 4 Killian Geraci (51’ Loann Goujon), 3 Clément Ric (51’ Demba Bamba), 2 Jeremie Maurouard (51’ Mickael Ivaldi), 1 Raphael Chaume (51’ Xavier Chiocci). Head coach: Pierre Mignomi

Benetton Rugby: 15 Luca Sperandio, 14 Angelo Esposito (51’ Luca Morisi), 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Leonardo Sarto, 10 Antonio Rizzi (53’ Ian McKinley), 9 Tito Tebaldi (68’ Charly Trussardi), 8 Toa Halafihi (63’ Marco Barbini), 7 Giovanni Pettinelli, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza (47’ Eli Snyman), 4 Niccolò Cannone, 3 Tiziano Pasquali (40’ Marco Riccioni), 2 Federico Zani (40’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (40’ Cherif Traore). Head Coach: Kieran Crowley

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento