Lo "spareggio" con la rivelazione del Civitella è tutto della Came Dosson che vince 9-4

I ragazzi di mister Rocha hanno messo l’ipoteca sulla vittoria già nel primo tempo grazie ad una condotta di gara perfetta, condita da intensità, concretezza e solidità difensiva

Un'immagine del match

Vittoria ampia e meritata per la Came Dosson nella gara contro la rivelazione Civitella, appaiata in classifica all’ottavo posto, a pari merito proprio con i biancoblu. I ragazzi di mister Rocha hanno messo l’ipoteca sulla vittoria già nel primo tempo grazie ad una condotta di gara perfetta, condita da intensità, concretezza e solidità difensiva.

Fischio d’inizio e Came subito in vantaggio: Japa ruba palla e si accentra attirando su di sé la marcatura dell’ultimo uomo, Cainan si smarca bene, riceve palla da ottima posizione e di precisione deposita in rete la palla del vantaggio Came. Gli ospiti reagiscono immediatamente con Fabinho che da posizione laterale calcia bene ma la palla sbatte sul palo e termina fuori; è solo un episodio però in mezzo al monologo Came dei primi minuti, per Mazzocchetti i pericoli arrivano da tutte le parti e solo i suoi riflessi evitano il peggio per il Civitella. A metà del primo tempo, quando gli ospiti sembrano poter rialzare la testa e affacciarsi con pericolosità dalle parti di Pietrangelo arriva invece il raddoppio Came su perfetto schema da calcio di punizione: Murilo tocca per Japa che a sua volta cambia gioco per il solito Cainan che di prima infila Mazzocchetti con un forte rasoterra. Il 2-0 dona nuovo vigore ai ragazzi di Rocha che riprendono ad assediare senza sosta la metà campo avversaria; Coco e compagni fanno molta fatica ad abbozzare una reazione, la lucidità non è più quella degli ultimi minuti e non tardano ad arrivare altre reti da parte dei paderoni di casa. Il 3-0 splendido porta la firma di Bertoni che riceve un bellissimo pallonetto di Belsito e di prima gira in rete, poco dopo tocca a Fusari che conquista una palla vagante appena fuori area, aggira con un doppio passo Mazzucchetti e di sinistro deposita in rete. Gli ospiti avrebbero la possibilità di accorciare su calcio di rigore concesso per dubbio fallo di mani di Sviercoski, ma lo specialista Pietrangelo disinnesca Titon e la porta della Came rimane inviolata. Prima dell’intervallo c’è tempo anche per la quinta rete di Grippi, il cui merito va condiviso con Sviercoski che ruba palla a centrocampo e appena entrato in area serve il compagno che appoggia comodo in rete.

In avvio di ripresa Civitella subito in campo col quinto uomo di movimento, mossa che si rivela subito decisiva per gli uomini di Palusci che passano con Vitinho. La Came non vuole che l’avversario prenda coraggio e lo riporta a 5 reti di distanza con la tripletta  di Cainan che infila la palla all’incrocio dei pali dopo aver ricevuto da Japa che si era smarcato splendidamente della marcatura. Partita molto vivace in questa fase, ospiti sempre in campo col quinto uomo di movimento ogniqualvolta è loro possibile e che trovano la seconda rete con un gran tiro al volo di Fabinho. Il copione della gara non cambia specie nell’atteggiamento offensivo degli ospiti che provano il tutto per tutto per ricucire lo svantaggio: la Came però ha imparato l’antifona e nonostante il buon possesso palla avversario non concede altri spazi. Il risultato non cambia fino agli ultimi minuti, durante i quali, complice anche la stanchezza dei protagonisti in campo, l’attenzione in fase difensiva cala e si assiste ad una girandola di reti da una parte e dall’altra che comunque non mettono mai in discussione la meritatissima vittoria finale a favore della Came.

CAME DOSSON-CIVITELLA COLORMAX SIKKENS 9-4 (5-0 p.t.)

CAME DOSSON: Pietrangelo, De Matos, Vieira, Igor, Murilo Schiochet, Belsito, Fusari, Sviercoski, Bertoni, Thiago Grippi, Rosso, Furlanetto, Ronzani, Morassi. All. Rocha 

CIVITELLA COLORMAX SIKKENS: Mazzocchetti, Galliani, Fabinho, Morgado, Titon, Romano, Curri, Vitinho, Coco Schmitt, Di Paolo, Claro, Misael, Pieragostino. All. Palusci 

MARCATORI: 00’14’’ p.t. e 9’50’’ De Matos (CD), 13’26’’ Bertoni (CD), 16’18’’ Fusari (CD), 18’19’’ Thiago Grippi (CD), 1'35'' s.t. Vitinho (C), 4'30'' De Matos (CD), 6'50'' Fabinho (C) 

AMMONITI: Morgado (C), Misael (C), Sviercoski (CD), Bertoni (CD), Coco Schmitt (C) 

NOTE: al 16’57’’ del p.t. Titon (C) fallisce un rigore 

ARBITRI: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Lorenzo Cursi (Jesi), Simone Tassinato (Padova) CRONO: Enrico Barracano (Treviso).

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento