Ultima di campionato con sconfitta per la Came: al PalaDosson vince il Napoli

Il risultato non cambia la classifica dei biancoblu che, con la contestuale sconfitta del Maritime, concludono la regular season al settimo posto e ai Playoff troveranno il Pesaro

Came sconfitta nell’ultima giornata di campionato contro il Napoli; il risultato non cambia la classifica dei biancoblu che, complice la contestuale sconfitta del Maritime, concludono la regular season al settimo posto e al primo turno dei Playoff Scudetto troveranno il Pesaro di mister Colini. La partita è stata molto piacevole, le due squadre hanno ampiamente onorato l’impegno offrendo un bellissimo spettacolo al pubblico del Paladosson, come al solito molto nutrito.

La cronaca. La gara perde subito uno dei protagonisti quando Wilhelm in seguito ad un duro contrasto con Igor cade male sul ginocchio e non riesce più a continuare la gara. Primo squillo della gara targato Came: calcio di punizione dal limite dell’area, Bertoni tocca per Sviercoski il cui tiro angolato viene respinto sula linea dalla retroguardia ospite. Pochi minuti più tardi ancora Came pericolosa con Japa che ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta partenopea dove però trova Molitierno a murarlo. Il Napoli prova a spezzare il forcing Came con alcune iniziative veloci ma Pietrangelo quando è chiamato in causa risponde con sicurezza; chi non è invece non sta tranquillo è Molitierno che in due occasioni deve ringraziare i pali della sua porta che ribattono le conclusioni di Murilo e Japa.

Col passare dei minuti capitan De Luca e compagni riescono a trovare comunque le contromisure alle iniziative biancoblu e, complice anche la comprensibile stanchezza tra le fila della Came, si affacciano con maggiore frequenza in avanti e trovano il vantaggio con Rubio che da fuori area trova il corridoio giusto e supera Pietrangelo. La Came non ci sta tenta subito di riprendere la gara ricorrendo anche al quinto uomo di movimento quando la situazione di gioco lo permette; sono invece ancora gli ospiti a trovare la rete poco prima dell’intervallo con Cesaroni pronto alla deviazione sul secondo palo. Si va quindi negli spogliatoi con la Came che mastica amaro per il risultato di 0-2 a favore del Napoli.

Al rientro dagli spogliatoi subito Came in campo col quinto uomo di movimento, mossa che si rivela subito vincente dato che al secondo possesso palla arriva la rete di capitan Bellomo che da posizione angolata trafigge Molitierno con una forte conclusione rasoterra. Sulle ali dell’entusiasmo i biancoblu trovano immediatamente anche la rete del pari con Igor che sugli sviluppi di un corner lascia partire un missile da fuori area che non lascia scampo a Molitierno.  Sul 2-2 la gara si fa molto bella ed avvincente, entrambe le squadre provano a vincerla e le azioni pericolose si ripetono con buona continuità: ad ogni possesso palla che lo permette mister Rocha butta nella mischia il quinto uomo di movimento ma i ragazzi di Marin hanno capito l’antifona e non si fanno più sorprendere. A 5 minuti dalla sirena nuovo vantaggio del Napoli con Dimas che riceve a centro area ed è bravo a girarsi e a calciare all’incrocio dei pali. Nei minuti finali Came avanti che tenta il tutto per tutto per riprendere la gara ma il Napoli difende compatto e con ordine e i risultato non cambio fino alla sirena.

Came Dosson-Lollo Caffè Napoli 2-3 (0-2 p.t.)

CAME DOSSON: Pietrangelo, Bellomo, Vieira, Igor, Murilo Schiochet, Belsito, Fusari, Giuliato, Sviercoski, Bertoni, Igor, Thiago Grippi, Albanese, Ronzani, Morassi. All. Rocha.

MARCATORI: 16' p.t. Rubio, 19' p.t. Cesaroni, 1' s.t. Bellomo, 2' s.t. Igor, 15' s.t. Dimas.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma alla locanda Righetto: 28enne trovata senza vita nella sua stanza

  • Indagine sull'ex comandante dei carabinieri di Castelfranco, l'inchiesta si allarga

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Ordina uno spritz con gli amici: muore a 59 anni stroncato da un infarto

  • Grave schianto tra una moto e un'auto: il centauro finisce all'ospedale

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento