lunedì, 24 novembre 11℃

Risultato Imoco Volley - Yamamay gara 3 1 maggio 2013

L'Imoco Volley Conegliano ha vinto 0-3 contro Yamamay Busto Arsizio, mercoledì sera in gara 3, conquistando l'accesso in finale e in Champions League

Valentina Severin 2 maggio 2013
La squadra dopo la vittoria - foto: imocovolley.it
La squadra dopo la vittoria - foto: imocovolley.it

Il sogno è un passo per l'Imoco Volley Conegliano, che mercoledì sera ha travolto le campionesse in carica conquistando finale scudetto e Champions League.

In un PalaYamamay accesissimo, le Pantere, reduci dalla vittoria 3-1 di due giorni prima, sono scese in campo determinate a realizzare l'impresa.

PRIMO SET - L'Imoco sul parquet è quella che i tifosi hanno lasciato in gara 2: va subito avanti 0-2 con Fiorin. Entra in scena il capitano Calloni: attacco e muro per 1-5 e Busto Arsizio capisce subito che aria tira.

Al primo time out tecnico Imoco è avanti 4-8 con un muro da manuale di Jenny Barazza. Le padrone di casa rientrano con Arrighetti e si portano 6-8 e 10-11, complice un errore di Fiorin in ricezione.

Vale si riscatta però subito alla grande: sono suoi due dei tre punti in fila che rimettono a posto le cose. E' l’inizio del break decisivo: 10-15 con Calloni poi Barcellini sigla il 10-16. Nikolova zittisce tutti con il muro del 10-17.

12-17 di Arrighetti, ma Barcellini scatenata segna il 13-20; poi muro Barazza ed è 15-22. Fiorin e Nikolova rispondono ai due aces di Brinkere e mandano in delirio i tifosi gialloblù: 19-24. Faucette annulla due set ball (21-24) coach Gaspari chiama il time out.

Al rientro in campo Emy Nikolova ricama un pallonetto con il suo braccio mancino ed è 21-25.

SECONDO SET - Nel secondo parziale è ancora Conegliano a dettare legge. Va subito 1-4, poi 4-9 con una Cristina Barcellini fantastica. Il vantaggio si dilata sempre di più mentre Yamamay va in tilt e infila un errore dopo l'altro.

E' ancora una grande Nikolova a segnare il 4-11, poi si va al 5-13. Al secondo time out tecnico le Pantere sono a più 10 (6-16). Emy mura Marcon per il 7-18. Il 12-23 è di Camera, mentre alcuni miracoli di Rossetto in difesa spianano la strada a un mostruoso 13-25.

TERZO SET - La vittoria è a un passo, ma le esordienti del campionato italiano di A1 femminile restano concentrate. L'Imoco va  0-2 con Fiorin. Arrighetti ci prova con il 2-2, ma il capitano gialloblù non apprezza: 2-4 con un doppio muro e il 5-9 arriva in fretta con Barazza, dopo due fast di Calloni che aprono squarci al centro della rete Yamamay. Muro Barcellini, poi ancora Barazza: è 5-11.

Un ace di Grbac riaccende la speranza per Busto che risale fino al 7-11. Ma Nikolova tiene avanti le sue mentre le campionesse in carica si avvicinano (11-13).

Gaspari chiama il time out e alla ripresa due errori pesanti di Yamamay portano l'Imoco 11-14. Al secondo time out tecnico la Pantere sono avanti 12-16 con un incredibile bomba da metà campo di Emy Nikolova.

Poi ci pensano la furia di Barcellini, con le sue difese incredibili e un attacco vincente, e capitan Calloni a costringere Parisi a chiedere il time out.

Le trevigiane non smettono di graffiare: è 13-18 e da lì in poi in campo c'è solo Conegliano: 18-25, 3-0 sul campo di Busto Arsizio. L'Imoco è in finale!

Annuncio promozionale

Il sogno dell'Imoco sta per diventare realtà e domenica si gioca la gara 1 della finale scudetto contro Piacenza. Ma una certezza c'è già: l’anno prossimo le Pantere andranno in Champions League.

pallavolo

Commenti