Il Mogliano Rugby torna finalmente alla vittoria: sconfitta la Lazio per 38-16

Era importante per i biancoblù scrollarsi di dosso la paura, accumulata nella scorsa stagione e in questo precampionato, di non saper più vincere

La gioia dopo la quarta meta che da al Mogliano bonus e certezza della vittoria

Buona la prima, finalmente Mogliano non spreca l'occasione di iniziare vincendo il nuovo Campionato Peroni TOP12 e lo fa conquistando anche il punto di bonus. Era importante per i biancoblù scrollarsi di dosso la paura, accumulata nella scorsa stagione e in questo precampionato, di non saper più vincere. Sabato hanno giocato, sofferto, e alla fine vinto meritatamente un match, che solo per i troppi errori non si è chiuso molto in anticipo sul fischio finale. In tutta la partita Mogliano sembra sempre mantenere il pallino del gioco, sprecando occasioni su occasioni e subendo il castigo della Lazio che apre per prima le marcature. Bella reazione dei biancoblù che segnano due mete di fila con Pavan e Da Re e raddrizzano l'incontro.

La Lazio però non muore e i calci dell'ex. Bonifazi la mantengono bene in partita. Mogliano insiste, segna una terza bella meta con Crosato, ma non chiude ancora la partita. Solo nei minuti finali prima il bonus con la marcatura di forza di Tuilagi e poi la quinta meta ancora in bandierina da parte di Guarducci. Un precisissimo Ormson fa il resto e si guadagna meritatamente il titolo di Player of the Match. L'appuntamento per il prossimo incontro è a Colorno, in trasferta contro la neo promossa Rugby Colorno, domenica 27 ottobre, alle ore 16.00. La società mette a disposizione per un pullman per i tifosi che vogliono seguire la squadra, prenotando già da stasera ai contatti indicati nel sito web del Mogliano Rugby.

Queste le parole de Capo Allenatore Salvatore Costanzo subito dopo il match: "E' stata sicuramente una liberazione, la vittoria che cercavamo e aspettavamo da tempo. Abbiamo fatto una lunga fase di preparazione e ci siamo confrontati con squadre importanti con le quali abbiamo ricevuto schiaffoni che ci hanno fatto capire dove dovevamo lavorare. Per la partita di oggi i ragazzi hanno lavorato bene tutta la settimana, avendo molto chiaro il piano di gioco con cui affrontare la Lazio. Abbiamo trovato un avversario come sempre imprevedibile, con grande spirito e che ci ha messo in difficoltà con tanta pressione sui punti d'incontro. Noi stavamo bene fisicamente, abbiamo fatto cose interessanti ma sprecato moltissimo, occorre valutare se è dipeso dal fatto che eravamo un po' contratti. Con più precisione e attenzione potevamo portare a casa un risultato ancora migliore. Nel drive ci hanno contrastato bene, non siamo riusciti a concretizzare delle belle occasioni. Dobbiamo migliorare e non perdere le opportunità che costruiamo per segnare. In chiusa nel primo tempo abbiamo subìto troppi calci contro, i ragazzi stanno lavorando sodo ma ancora devono capire e adattarsi al metro arbitrale, rimanere nel sistema, e poi potremo avere buoni risultati anche quest'anno. Nel secondo tempo abbiamo chiesto di alzare il ritmo, e i ragazzi lo hanno fatto bene. Peccato terminare azioni multifase molto belle non portando a casa punti. Bene anche la mediana pur con qualche sbavatura. Poi rivedremo i video e capiremo dove sistemare alcuni automatismi. Nel complesso sono soddisfatto e spero che i ragazzi acquistino la giusta fiducia nel lavoro che stanno facendo".

Brian Ormson: "L'idea era di fare una partita ordinata, in campo loro e imponendo il nostro gioco. Penso che lo abbiamo fatto, anche se nel primo tempo non abbiamo concretizzato abbastanza. Non volevamo rischiare di imbrigliare nel gioco che una squadra come la Lazio poteva creare e ci siamo riusciti  quasi in tutti gli ottanta minuti. Mi trovo benisimo con Crosato ma anche con tutti i miei compagni di squadra. Come sempre quando arrivi in una squadra nuova ci vuole sempre del tempo per trovare i giusti automatismi, ma stiamo migliorando ogni giorno. Sono dentro ad un gruppo molto forte che ha fatto subito inserire molto bene tutti i nuovi arrivati. Sappiamo che nessuna partita sarà facile ne in casa ne fuori, a partire già da Colorno. Dobbiamo preparare bene ogni partita, senza pensare a lungo termine. Sappiamo di avere un pacchetto forte ma la nostra idea di gioco è di trovare il giusto equilibrio nelle giocate degli avanti e in quelle dei trequarti. Avversari permettendo, cercheremo di riuscire a farlo in ogni partita".

MOGLIANO RUGBY 1969 v LAZIO RUGBY 1927 38 – 16 (14-10)

Marcatori: pt. 18' m. De Gasperi tr. Bonifazi (0-7); 27' m. Pavan tr. Ormson (7-7); 30' m. Da Re tr. Ormson (14-7); 32' cp. Bonifazi (14-10); st. 42' cp. Bonifazi (14-13); 56' m. Crosato tr. Ormson (21-13); 60' cp. Bonifazi (21-16); 63' cp. Ormson (24-16); 76' m. Tuilagi tr. Ormson (31-16); 80' m. Guarducci tr. Ormson (38-16).

MOGLIANO RUGBY 1969: Da Re; Pavan (64' D'Anna), Scagnolari (57' Pratichetti), Cerioni, Guarducci (v.Cap.); Ormson, Crosato (75' Fabi); Tuilagi, Corazzi (Cap.), Finotto; Baldino (75' Zago), Caila (53' De Lorenzi); Ceccato (40' Michelini), Ferraro (75' Cincotto), Furia (40' Buonfiglio). All.: Salvatore Costanzo

LAZIO RUGBY 1927: Bonifazi; Vella (57' Lo Sasso), Coronel, Mccann, De Gaspari; Cantarutti (74' Cozzi), Albanese (60' Loro); Duca, Filippucci (Cap.), Giancarlini; Cacciagrano (74'Angelone), Milan; Garfagnoli (50' Quiroga), Corcos (57' Ferrara), Di Roberto (60' Giusti). All: Montella

Arb. Marius Mitrea (Udine), AA1 Federico Boraso (Rovigo), AA2 Simone Boaretto (Rovigo)

Quarto Uomo: Massimo Brescacin (Treviso)

Cartellini: 71' Rosso a Giancarlini (Lazio Rugby 1927).

Calciatori: Ormson 6/6 (Mogliano Rugby 1969); Bonifazi 4/4 (Lazio Rugby 1927)

Note: Pomeriggio coperto, clima mite, terreno di gioco in perfette condizioni, circa 700 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 5; Lazio Rugby 1927 0

Man of the match: Brian Ormson (Mogliano Rugby 1969)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento