Il Mogliano Rugby non punge: in trasferta vince un più solido Rovigo

Queste le parole del capitano Filippo Guarducci: “E' un peccato perchè la possibilità di fare meglio c'era. Loro sono stati cinici e hanno approfittato di tutte le occasioni che hanno avuto per andare a marcare"

In copertina una percussione di Nicolò Ceccato

Un secondo quarto della prima frazione, nel quale Rovigo prende il largo con tre mete consecutive, è sufficiente per segnare il destino della partita a favore dei padroni di casa. Fino a quel momento Mogliano aveva gestito nel migliore dei modi una gara difficile, resa ancora più dura dalle condizioni del terreno del Battaglini. La solidità dell'avversario unita a qualche sbavatura biancoblù, non permette ai ragazzi di rimanere agganciati al risultato e si va al riposo in svantaggio per 24 a 3. Nel secondo tempo una meta per parte, e i biancoblù che lottano fino al termine alla ricerca del riscatto. Purtroppo portare a casa un punto di bonus non è stato possibile, ma ripartire dal 5 a 5 di questo secondo tempo sarà fondamentale per affrontare il prossimo match casalingo contro San Donà. Appuntamento a domenica prossima, alle ore 15.00, sul campo 1 dello Stadio "Maurizio Quaggia". 

Queste le parole del capitano Filippo Guarducci: “E' un peccato perchè la possibilità di fare meglio c'era. Loro sono stati cinici e hanno approfittato di tutte le occasioni che hanno avuto per andare a marcare. Noi non lo siamo stati altrettanto, e nei primi 15 minuti abbiamo saputo realizzare solo tre punti, pur gestendo bene la partita e costruendo qualcosa di positivo. La differenza è stata sostanzialmente questa, e se vogliamo competere con squadre di questo livello dobbiamo lavorare per migliorare l'attenzione e l'interpretazione di alcuni momenti del match, che poi risultano essere determinanti. Ora pensiamo a recuperare e a preparare comunque con fiducia la prossima partita contro San Donà”

Queste invece quelle di Salvatore Costanzo, head coach biancoblù: "Sapevamo che sarebbe stata una partita dura, i ragazzi hanno combattuto per 8o minuti e di questo non posso non essere contento. Nei priomi  20 minuti siamo stati sul pezzo, e abbiamo messo in difficoltà Rovigo, poi loro sono venuti sul nostro campo e ci hanno fatto male, da li è uscito il solito problema che contro squadre come questa ci rende difficile riprendere in mano le redini della partita. Dobbiamo tenere a mente e mettere via le cose poitive che si sono comunque viste, una buona difesa e un gioco al piede discretamente buono. Poi dobbiamo crescere, non dobbiamo pensare agli errori commessi ma a non commeterne altri. Rovigo ha fatto il suo, molto bene al piede, ma forse dovevamo creare maggiore pressione al loro calciatore. Nella conquista ci sono state fasi alterne, a volte abbiamo difeso bene i drive, ma in due occasioni in cui abbiamo sbagliato, abbiamo subito una meta e una l'abbiamo evitata per pochissimo. Dispiace tornare a casa così, perchè 30 punti sono sempre difficili da digerire, adesso dobbiamo leccarci le ferite e prepararci alle prossime tre partite che per noi sono fondamentali".

Femi-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 1969 29-8 (24-3)

Marcatori: p.t. 9’ c.p. Ormson (0-3), 17’ m. Vian tr. Menniti-Ippolito (7-3), 21’ drop Menniti-Ippolito (10-3), 27’ m. Mastandrea tr. Menniti-Ippolito (17-3), 33’ m. Pavesi tr. Menniti-Ippolito (24-3); s.t. 60’ m. Da Re (24-8), 74’ m. Ruggeri (29-8),

Femi-CZ Rovigo: Cioffi; Mastandrea, Antl, Angelini, Lisciani (61’ Lubian); Menniti-Ippolito, Citton (66’ Piva); Michelotto (58’ Ruggeri), Liut, Vian; Canali, Mtyanda (76’ Modena); Pavesi (65’ Pomaro), Momberg (cap.)(47’ Cadorini), Mienie (65’ Rossi). A disposizione: Odiete. All.Casellato

Mogliano Rugby 1969: Abanga; Dal Zilio (59’ Pavan), Scagnolari (59’ Zanatta), Ormson, Guarducci (cap.); Da Re, Fabi (59’ Gubana); Tuilagi, Baldino, Finotto (66’ Corazzi); Delorenzi (10’ -19' Favretto, 61’ Favretto), Bocchi; Alongi (50’ Ceccato), Ferraro (50’ Bonanni), Betti (50’Furia). All.Costanzo

Arb.Gianluca Gnecchi (Brescia), assistenti:Franco Rosella (Roma), Lorenzo Imbriaco(Bologna), quarto uomo:Ferdinando Cusano (Vicenza)

Calciatori: Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo) 4/5; Ormson (Mogliano Rugby 1969) 1/2
Note: Giornata nuvolosa, circa 7 gradi. Presenti circa 1000 spettatori

Cartellini: 55’ cartellino rosso a Canali (FEMI-CZ Rovigo)

Punti in classifica: (FEMI-CZ Rovigo) 5; (Mogliano Rugby 1969) 0

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Peroni Player of the Match: Andrea Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Infarto al supermercato: pensionato muore facendo la spesa

Torna su
TrevisoToday è in caricamento