Coppa Italia: allo Stadio Quaggia il Mogliano Rugby supera il Lafert San Donà

Il commento di coach Salvatore Costanzo: "Oggi la cosa importante era vincere, in particolare per il risvolto mentale che una vittoria come questa può lasciare"

In copertina un tentativo di attacco di Edoardo Ceccato

Arriva finalmente per il Mogliano Rugby 1969 anche la prima e tanto cercata vittoria in Coppa Italia. Partita che non decolla mai veramente, le fasi statiche sono state il filo conduttore di quasi tutto il match e questa volta i biancoblù sono stati bravi a sfruttare le occasioni create concludendo il match a proprio favore. Durante la gara i rari tentativi di aprire il gioco sono sempre stati bloccati dalle difese oppure da errori nella gestione dell’ovale. La svolta dell’incontro avviene verso la fine della prima frazione, grazie ad un bel “buco” trovato da Da Re nella difesa sandonatese, che porta al giallo del mediano di mischia ospite e, sulle seguenti mischie chiuse, alla meta del man of the match Joe Toai Key. Ripresa che vede Mogliano allungare nel punteggio, prima con Caila, e poi con Fabi, sempre in conseguenza al grande lavoro del pacchetto.

Non arriva purtroppo la quarta meta del bonus, mentre San Donà, dopo ripetuti tentativi, riesce a violare la linea di meta biancoblù. La partita però non si riapre, e poche sono le occasioni da entrambe le parti fino al fischio finale del direttore di gara. Dopo aver guadagnato i primi quattro punti in questo torneo, l’attenzione si sposta interamente sulla trasferta prenatalizia in casa del Rugby Reggio. Partita difficile ma fondamentale nell’economia del Campionato, prima della pausa per le festività. Sabato sera, intanto, scambio degli auguri tra tifosi e giocatori delle squadre di Top12, Cadetta e Under 18, in Piazza a Mogliano Veneto, presso il locale “Divinus”.

Il commento di Salvatore Costanzo: “Nessuna delle due squadre ha fatto mai partire veramente la partita, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo forse abbiamo visto più voglia di creare qualcosa, ma ci sono stati troppi errori, sui passaggi, nelle touche, troppi per poter vedere davvero una bella partita. Oggi però la cosa importante era vincere, in particolare per il risvolto mentale che una vittoria come questa può lasciare. Ci teniamo le cose comunque positive che ci sono state, come la conferma della buona prestazione di alcuni dei giocatori meno impiegati finora, che potrà rivelarsi molto importante per l’economia del gruppo anche nelle partite a venire".

MOGLIANO RUGBY 1969 v LAFERT SAN DONA’ 19 – 10 (7-3)

MARCATORI: pt. 30′ c.p Owen (0-3); 40′ m. Toai Key tr. Adam (7-3); st. 2′ m. Caila tr. Adam (14-3) 15′ m. Fabi n.t.r Adam (19-3); 29′ m. Ros tr. Owen (19-10)

MOGLIANO RUGBY 1969: Facchini; Adam, Ceccato Edoardo, Pavan, Guarducci (Cap.)(57′ Gallinberti); Da Re (70′ Gubana); Fabi (65′ Cervellin); Toai Key, Carraretto, Mengotti (73′ Finotto); Vizzotto, Caila (57′ Marini); Cincotto (70′ Michelini), Ferraro (48′ Delorenzi), Di Roberto (70′ Buonfiglio). All.: Costanzo

LAFERT SAN DONA’: Reeves (66′ Biasuzzi); Falsaperla, Owen, Bertetti, Crisantemo (57′ Balzi); Gentili, Petrozzi (57′ Crosato); Derbyshire (70′ Zuliani), Bacchin G., Vian (50′ Pasqual); Riedo (64′ Jack), Sutto; Thwala (57′ Ros), Nicotera, Zanusso (50′ Dal sie). All.: Green

arb. Carlo Pastore (Belluno); g.d.l. Stefano Bolzonella (Cuneo), Mattia Giacomini (Treviso); quarto uomo: Roberto Lazzarini (Rovigo)

Cartellini: 39′ Petrozzi (giallo);

Calciatori: Adam 2/3 (Mogliano Rugby 1969); Owen 2/2 (Lafert San Donà)

Note: Pomeriggio molto freddo, terreno di gioco in buone condizioni, circa 500 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 4; Lafert San Donà 0

Man of the match: Joe Toai Key (Mogliano Rugby 1969)

unnamedf-10-48

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

  • Si schianta con l'auto poco distante da casa: morto un padre di famiglia

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Frontale drammatico nella notte a Noventa di Piave: morti tre ventenni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento