Il Treviso Calcio capitombola in casa: l'atteso derby numero 57 va al Mestre

Ad affondare i trevigiani sono i gol di Zambon e dell'ex Bradaschia, mentre il gol della bandiera è di Capogrossi

La festa dopo uno dei due gol del Mestre

Domenica pomeriggio è andato in scena, allo stadio Tenni, il derby per eccellenza tra due società storicamente rivali in ambito sportivo. Stiamo ovviamente parlando di Treviso-Mestre. Sfida numero 57 tra due realtà ultracentenarie. Due società coetanee, entrambe nate nel 1909 in quanto in quel periodo, si formarono diverse squadre di calcio nel territorio. La prima sfida ufficiale tra le due realtà, fu disputata nel campionato di Promozione 1919-20 e fatalità, anche allora c’era al timone della società biancoceleste un Visentin (Umberto Venerando). La gara del 21 Marzo 1920 terminò 4-1 per il Treviso che si impose grazie alla tripletta di Grassi e sigillo finale di Fadiga.

La prima sfida tra i professionisti in serie C, annata 1967-68 derby numero 29, si giocò il 5 Novembre 1967 e vide nuovamente il Treviso vincente questa volta per 2-0 grazie ai gol di Mognon e Bianco. Le ultime due partite in un campionato professionistico si disputarono a metà degli anni 80′. La prima l’11 Maggio 1986 e domenica 9 Novembre 1986 ed entrambe le gare terminarono 1-1. Nella prima per il Treviso segnò Cavestro mentre nella seconda andò in rete il furetto Cardillo e di questo match abbiamo le immagini di allora. Da qui in poi si dividono le strade delle due realtà. Il Treviso prosegue nel suo percorso mentre gli orange si fondono con il Venezia e nasce nel 1987 il VeneziaMestre di Zamparini. Passeranno 28 anni prima che le due compagini si sfidino nuovamente, questa volta in Eccellenza ed è l’ultima volta in ordine di tempo. Stagione sportiva 2014-15 la Mestrina impatta nuovamente per 1-1 al Tenni. La partita è rimasta negli annali soprattutto per il brutto gesto di Gnago che dopo il gol dell’ex esulta il maniera provocatoria sotto la Di Maio. Pareggierà nei minuti finali per il Treviso Angelo Conte. Infine, nell'ultima sfida di domenica, la numero 57, i tre punti sono tutti appannaggio del Mestre grazie ai gol di Zambon e dell'ex Bradaschia, mentre il gol della bandiera dei biancocelesti è di Capogrossi che fissa il punteggio sul 1-2 finale.

TREVISO (4-4-2): Rossetto; Canavessio (st 16' Scarpa), Dukic, Capogrosso, Cazzaro; De Marchi (st 10' Secco), Livotto, Fiorotto (st 41' Seno), Granzotto (st 27' Pegoraro); Baggio, Garbuio. All. Pasa.
MESTRE (4-4-2): Keber; Dell'Andrea, Marcolini, Severgnini, Ugo; Corteggiano (st 25' Dalla Via), Brentan, Chin, Bradaschia (st 38' Cacurio); Zambon (33' Moro),Tonolo. All. Zecchin.
ARBITRO: Terribile di Bassano
MARCATORI: Pt. 2' Zambon, 27' Bradaschia; St. 27' Capogrossi
NOTE Giornata uggiosa, spettatori 746.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento