Scherma, la trevigiana Beatrice Cagnin medaglia d'oro ai mondiali under 20

La portacolori dell’Aeronautica Militare ha superato in finale la campionessa del mondo Cadetti 2017, la russa Aizanat Murtazaeva, in un match molto combattuto terminato 15-13

Inizio di 2019 indimenticabile per Beatrice Cagnin. La spadista trevigiana ha conquistato sulle pedane del PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine la prima vittoria in carriera in Coppa del Mondo Under 20. La portacolori dell’Aeronautica Militare ha superato in finale la campionessa del mondo Cadetti 2017, la russa Aizanat Murtazaeva, in un match molto combattuto terminato 15-13 con l’italiana in difficoltà fisiche per un leggero infortunio al ginocchio.  Beatrice Cagnin con l’oro di oggi completa la sua progressione perfetta a Udine dove fu quinta, ancora quindicenne, nel 2015, e terza nel 2017.

La gara dell’atleta trevigiana, seguita da qualche settimana dall’olimpionico di Sydney Alfredo Rota al Bottagisio Scherma, non era iniziata al meglio con 4 vittorie e 2 sconfitte nel girone eliminatorio. La spadista dell’Aeronautica Militare, però, ha cambiato marcia negli incontri a eliminazione diretta dove, finale a parte, ha dovuto faticare solamente nei sedicesimi con la russa Evgeniya Zharkova (15-13). Prestigiosa anche la vittoria nei quarti con la numero 2 del ranking mondiale, l’altra russa Anastasia Soldatova, mentre in semifinale era giunta la vittoria agevole (15-10) sulla francese Eloise Vanryssel.

Beatrice Cagnin-3

Si conclude invece ai piedi del podio la corsa dell’altra azzurra Alessandra Segatto. L’allieva del M° Flavio Puccini a Scherma Treviso, ha dimostrato di essere in un ottimo momento di forma, chiudendo il girone eliminatorio con 5 vittorie a fronte di una sola sconfitta. Negli assalti a eliminazione diretta alle 15 stoccate, Alessandra ha superato con autorità la connazionale Repanati (15-9), la russa Zakharenko (15-11), la quotata svizzera Favre (15-11) e l’estone Targamaa (15-10). Nei quarti di finale è arrivata la sconfitta per mano della russa Murtazaeva con il punteggio di 15-8. Il sesto posto di oggi va a bissare l’analogo risultato ottenuto da Alessandra a Udine tre stagioni fa.

La gara di Udine è stata la prima ufficiale nel corso della quale è entrato ufficialmente in vigore il nuovo regolamento circa le sanzioni per la non combattività negli assalti di spada, promulgato dalla FIE dopo la decisioneassunta dal Congresso di Parigi dello scorso mese di dicembre. 


COPPA DEL MONDO UNDER20 - SPADA FEMMINILE - Udine, 6 gennaio 2019

Finale
Cagnin (ITA) b. Murtazaeva (Rus) 15-13

Semifinali
Murtazaeva (Rus) b. Chorniy (Ukr) 15-11
Cagnin (ITA) b. Vanryssel (Fra) 15-10

Quarti
Chorniy (Ukr) b. Turcsak (Hun) 15-11
Murtazaeva (Rus) b. Segatto (ITA) 15-8
Cagnin (ITA)I b. Soldatova (Rus) 15-12
Vanryssel (Fra) b. Buki (Hun) 15-7

Classifica (147): 1. Cagnin (ITA), 2. Murtazaeva (Rus), 3. Chorniy (Ukr), 3. Vanryssel (Fra), 5. Buki (Hun), 6. Segatto (ITA), 7. Turcsak (Hun), 8. Soldatova (Rus). 9. Bozza (ITA) 13. Campani (ITA), 15 Ambrosi (ITA), 18. Cena (ITA), 21. Kowalczyk (ITA), 23. Grasso (ITA), 28. Curto (ITA), 29. Gentile (ITA), 35. Traditi (ITA), 42. Rossatti ITA), 65. Bertoglio (ITA), 70. Pizzini (ITA), 89. Maccagno (ITA), 100. Piatti (ITA), 104. Stella (ITA), 109. Repanati (ITA), 120. Di Sarno (ITA), 124. Gallina (ITA).

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento