Superenduro: a La Thuile Nicole Casadei firma la prima storica vittoria del Team Cmc-Ibs

Grande prestazione nel weekend per il team di Valdobbiadene. Ora però si guarda alla trasferta nord americana per provare a stupire anche nell'Enduro World Series

Una foto del podio (©Superenduro.com)

VALDOBBIADENE Prima storica vittoria per il Team CMC - IBIS nel circuito Superenduro. La firma è quella di Nicola Casadei che a La Thuile, in Valle d’Aosta, in quello che era il round3 della stagione del Superenduro è sembrato essere su un altro pianeta rispetto a tutti gli avversari. E che avversari con oltre 450 bikers iscritti, con i migliori di tutta Italia e numerosi top riders stranieri in rapprsentanza di ben 15 nazioni che hanno fatto di questa gara quasi un campionato europeo. Impossibile battere Nicola che ha dominato le prima e la terza PS per amministrando bene il vantaggio nelle altre due PS, soprattutto l’ultima. Il risultato è la vittoria finale che vede Casadei sul gradino più alto del podio davanti al forte italiano Vittorio Gambirasio, secondo a 13"50, e al francese Nicolas Lau, terzo a 27"73.

"Terzo sul podio nel round1 a Gualdo Tadino, quarto a Canazei e oggi finalmente la vittoria, cercata ma soprattutto meritata da Nicola così come da tutta la squadra. E' un ragazzo che già in passato ha dimostrato di avere talento ed essere un vincente, questa è la conferma. Per il Team CMC è la prima vittoria a questi livelli, un successo storico che ci riempie di orgoglio e che ci da morale per proseguire la nostra avventura" spiega soddisfatto ed emozionato il team manager Davide Geronazzo assistito sul campo da Riccardo Garbuio e dal meccanico Alessio Grassia.

“Sui percorsi di La Thuile mi sono sempre trovato bene, sono lunghi e fisici proprio come piace a me. Qui è facile commettere errori o patire forature,come è successo a Erwin purtroppo, ma tutto è andato alla perfezione, sono andato forte nelle 2 PS vinte ma sono anche ruscito ad essere pulito e nell’ultima ad amministrare il vantaggio maturato. In Coppa Italia avevo già vinto, ma questa è la mia prima vittoria in assoluto nel Superenduro, una bella soddisfazione. Ora mancano due prove, nella generale ho guadagnato un po’ di punti a chi mi sta davanti e ora sono quarto, il podio non è impossibile, darò il massimo fino alla fine. Adesso guardo con fiducia ai prossimi impegni, con Erwin nel week-end saremo in gara vicino a Briancon per due gare della Coupe de France di enduro mtb e poi voleremo in Nord America per il mondiale con tanta voglia di provare a stupire e fare bene” dice Nicola Casadei sammarinese classe 1989 tra i migliori interpreti dell’enduro mtb in Italia da questa stagione faro del Team CMC - IBIS.

Una giornata da incorniciare per il Team CMC - IBIS al via con 11 bikers che si sono resi tutti protagonisti. Del gruppo Pro oltre a Casadei bene Erwin Ronzon che è scivolato nelle retrovie della classifca finale solo perchè rallentato da una foratura subito all’inizio, ma in alcune PS ha fatto vedere davero ottime cose. Bravo Tobia Poloni 18°, ma soprattutto bravo un rinato Marco De Col,che dopo tanta sfortuna ha finalmente fatto vedere quello che sa fare chiudendo al 21° posto. Buone anche le prestazioni di Nicola Zortea, Alessandro Zoppelli, Roberto Moretto e Mattia Tonolo. Tra gli junior in evidenza Riccardo Garbuio 6° di categoria e in crescita costante. Superlativo il "veterano" Carlo Zortea 4° a un soffio dal podio nella sua categoria master. E poi Olesia Ronzon terza delle italiane in gara e 8a assoluta di fronte a tante bikers straniere esperte e di livello.

Il team veneto di Valdobbiadene può rientrare alla base da La Thuile più che soddisfatto, consapevoli che il grande lavoro fatto in questi due anni ha portato la squadra ad essere competitiva a livello nazionale e internazionale. Merito dei bikers, dello staff tecnico che li segue, del management coordianto dal vulcanico presidente Enrico Bonsembiante e degli sponsor che sostengono il progetto. Ma questa vittoria non è un traguardo, è solo un nuovo punto di partenza, per ripartire con rinnovata fiducia e ottimismo verso traguardi sempre più importanti. Ora nel mirino c'è la trasferta in nord america per le due tappe dell' Enduro World Series ad Aspen in Colorado e poi a Whistler Mountain in Canada. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Maturità 2018: Aristotele(s) "terrorizza" gli studenti!

  • Cronaca

    Festa d'Estate 2018: Arianna Antinori e Phil Palmer accendono Vascon!

  • Attualità

    La storia di Khalid: da ambulante a saldatore, benefattrice gli paga il corso

  • Cronaca

    Droga e alcool, poi gli abusi sessuali: filmino hard girato dall'ex fidanzato

I più letti della settimana

  • Maxi incidente in Feltrina: cinque persone ferite, viabilità nel caos

  • Tragedia sul lavoro a Resana, precipita dal tetto e muore

  • Precipita con il parapendio, muore 54enne di Montebelluna

  • Passo San Boldo: compie cent'anni la strada costruita in cento giorni

  • Resana: una raccolta fondi per aiutare la famiglia dell'operaio morto sul lavoro

  • Alla ricerca di Antonella: un appello per ritrovare l'amica conosciuta trent'anni fa

Torna su
TrevisoToday è in caricamento