Il francese Serrieres vince il TNatura European Cup su De Paoli

Spettacolo con il cross triathlon in mtb con oltre 200 triathleti sul Lago di Revine. Terzo il belga Coddens; al femminile vittoria con tricolore per Cibin su Curridori e Tavecchio

L'arrivo dei due azzurri (Massimiliano Pizzolato)

REVINE LAGO Un percorso tecnico, reso ancora più insidioso dalla pioggia caduta nella mattinata prima della partenza, esalta la completezza del francese Arthur Serrieres che vince la gara su Mattia De Paoli, autore di una strabiliante rimonta in mountain bike e primo italiano. Al femminile domina, dall'inizio alla fine, Monica Cibin. Grandi contenuti agonistici domenica mattina a Revine Lago e Tarzo per l'ETU TNatura European Cup di Cross Triathlon, gara internazionale durante la quale è stato assegnato anche il titolo italiano di cross triathlon.

La cronaca della gara vede la partenza degli élite maschili alle 13. Alla fine del secondo giro di nuoto, dopo 1,5 km, Leonardo Ballerini esce per primo dal lago di Santa Maria, seguito a una quarantina di secondi da Alessio Buraccioni e dal francese Serrieres (a 1'40''). Ma è nella frazione in mountain bike, due giri da 12 km, che le carte si rimescolano. Mattia De Paoli, uscito attardato del nuoto (a più di 3 minuti dal primo), si lancia in una forsennata rimonta. Quando spunta dietro al municipio e si lancia giù dalla scalinata, per il primo giro, De Paoli ha già recuperato più di un minuto e mezzo su Ballerini, transitato primo ma tallonato da Serrieres. Al ritorno in zona cambio, dopo salite e discese insidiose e 24 km percorsi, Serrieres si è preso la testa della corsa, mentre De Paoli ha recuperato ancora, riducendo il ritardo a 1'05''. Ballerini tiene la terza posizione. Al passaggio del primo giro a piedi, Serrieres è tallonato da De Paoli, indietro di soli 25''. Il francese sembra però sereno, sa di avere ancora energie per resistere al ritorno dell'italiano. Dopo di loro passa Kris Coddens, il campione europeo di cross triathlon in carica, anche lui in rimonta. Sul rettilineo finale, per l'applauso del pubblico e la leadership nella gara europea, arriva, dopo 2h04'49'', il ventenne Serrieres. Dietro di lui, a 12'', De Paoli (2h05'01'') e poi, a 32'', Coddens (2h05'21''). Per il campionato italiano, dietro a De Paoli (Liger Team) si insidia Ballerini (Raschiani Triathlon Pavese) e, a sorpresa, dagli age group, il giovane compagno di squadra di quest'ultimo, Filippo Galli. "Dopo una buona frazione a nuoto, sono molto contento di come ho condotto la mtb soprattutto in discesa, su un percorso difficile e tecnico - afferma il vincitore di giornata - nella frazione a piedi ho corso molto veloce e ho tenuto duro, per evitare la rimonta dell'italiano. Questa è una vittoria maturata in una manifestazione che ci ha permesso di apprezzare un territorio davvero bello, che spero di poter tornare a visitare come turista". Soddisfatto anche De Paoli, campione italiano per il terzo anno. "Come al solito sono uscito molto indietro a nuoto, ma ho recuperato terreno nella frazione di bike - dice De Paoli, vigile del fuoco feltrino  - il percorso tecnico, con la pioggia che l'ha reso ancora più complicato, mi ha favorito, soprattutto nelle discese. A piedi ho visto il francese pochi metri davanti a me e ci ho creduto, ma nel secondo giro lui ha aumentato il ritmo e io non sono riuscito a colmare il gap. Sono soddisfatto per il terzo titolo, anche perché dopo l'infortunio subito a ottobre ho ricominciato a gareggiare solo a marzo. Ora sono fiducioso per la convocazione in vista degli europei di cross triathlon di metà luglio in Germania".

Al femminile parte subito in testa Monica Cibin (Triathlon Novara), che esce dall'acqua con una manciata di secondi su Sara Tavecchio (Forhans Team) ed Elisabetta Curridori (Villacidro Triathlon). Molto attardata, come da previsione, Genziana Cenni (Gp Triathlon) che nel lago perde diversi minuti, ma che una volta salita in mountain bike inizia a recuperare secondi ad ogni pedalata. Prima della fine del primo giro però il "dramma": Cenni fora la ruota anteriore e deve fermarsi, tra lacrime di rabbia. Cibin continua la sua cavalcata, guadagnando su Tavecchio e su Curridoni. La campionessa in carica, in seconda posizione, accusa però, anche lei, un problema al copertone, tanto da finire la frazione in mountain bike sul cerchione. Al traguardo Cibin trionfa in 2h31'11'', seguita da Curridori in 2h33'50'' e Tavecchio in 2h39'07'' . "Ci tenevo davvero tanto a questo titolo italiano, ho lavorato bene e di questo ringrazio il mio allenatore - commenta la 40enne allenatrice del settore giovanile del Triathlon Novara e già tricolore nel 2013 - ho preso un piccolo vantaggio nel nuoto, in mountain bike ho tenuto, sapevo che dietro c'erano le mie avversarie ma non ho mollato mai. Un percorso impegnativo, duro, ma più dolce grazie a un pubblico davvero caloroso". Ad aprire la giornata dedicata al triathlon in mountain bike, la prima edizione del TNatura Promo Cross Triathlon Lite sullo stesso percorso del TNatura ma con distanze dimezzate (750 metri a nuoto, 12 km in bici e 4 km a piedi).
 
TNatura European Cup di Cross Triathlon (1,5 km a nuoto, 24 km in bici, 8 km a piedi)

Ordine d'arrivo. Assoluto. Maschile. 1. Arthur Serrieres (FRA) 2h04'49'', 2. Mattia De Paoli (ITA) 2h05'01'', 3. Kris Coddens (BEL) 2h05'21'', 4. Michael Szymoniuk (AUT) 2h07'21'', 5. Leonardo Ballerini (ITA) 2h08'02'', 6. Alessio Buraccioni (ITA) 2h09'49'', 7. Stefano Davite (ITA) 2h09'56'', 8. Marco Spadaccia (ITA) 2h13'09'', 9. Markus Benesch (AUT) 2h13'27'', 10. Fabio Guidelli (ITA) 2h15'20''.
Femminile. 1. Monica Cibin (ITA) 2h31'11'', 2. Elisabetta Curridori (ITA) 2h33'50'', 3. Sara Tavecchio (ITA) 2h39'07'' .
Campionato italiano cross triathlon
Ordine d'arrivo. Assoluti Italiani. Maschile. 1. Mattia De Paoli (Liger Team) 2h05'01'', 2. Leonardo Ballerini (Raschiani Triathlon Pavese) 2h08'02'', 3. Filippo Galli (Raschiani Triathlon Pavese) 2h09'12'', 4. Alessio Buraccioni (Fiamme Oro) 2h09'49'', 5. Stefano Davite (Sai Frecce Bianche) 2h09'56'', 6. Nicola Sessini (Cus Trento) 2h12'19'', 7. Davide Gabardo (Cus Trento) 2h12'53'', 8. Marco Spadaccia (Forhans Team) 2h13'09'', 9. Fabio Guidelli (Gp Triathlon) 2h15'20'', 10. Francesco Figini (Pol. Cantù) 2h15'20''.
Femminile. 1. Monica Cibin (Triathlon Novara) 2h31'11'', 2. Elisabetta Curridori (Villacidro Triathlon) 2h33'50'', 3. Sara Tavecchio (Forhans Team) 2h39'07'' .
Vincitori di categoria. Maschile. S1. Filippo Galli 2h09'12''. S2. Mattia De Paoli 2h05'01''.  S3. Leonardo Ballerini 2h08'02''. S4. Davide Gabardo 2h12'53''. M1. Fabio Guidelli 2h15'20''. M2. Mirko Bonfiglioli 2h33'09''. M3. Pio Moro 2h36'36''. M4. Riccardo Rosselli 2h35'03''. M5. Corrado Capelli 3h14'03''. M6. Claudio Panichi 4h00'00''.
Femminile. S1. Elisabetta Curridori 2h33'50''. S2. Elisa Bassi 3h17'39''. S3. Eleonora Peroncini 2h46'37''. M1. Sara Tavecchio 2h39'07''. M2. Paola Goldoni 3h01'12''. M5. Luisella Iabichella 3h57'15''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento