Oltre trecento atleti da tutto il mondo per il Gran Raid Prealpi Trevigiane

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Sabato 21 maggio arriveranno atleti da tutto il mondo per prendere parte al Gran Raid delle Prealpi Trevigiane in programma lungo i sentieri che segnano lo spartiacque prealpino tra le province di Treviso e Belluno. Lo start ufficiale della gara integrale (con variante staffetta) sarà dato alle ore 7 dalla piazza di Segusino. L'arrivo a Vittorio Veneto dopo 70 chilometri, oltre 4500 metri di dislivello positivo e l'attraversamento del territorio di 14 comuni delle due province venete. Partiranno invece alle 9 dai laghi Blu del Fadalto gli atleti che affronteranno il percorso più breve di 29 km e i 2100 metri di dislivello.

Grande entusiasmo tra gli organizzatori visto che al momento gli iscritti hanno già superato la quota della passata edizione, con atleti di nazionalità argentina, australiana, irlandese, rumena, slovena, ungherese e statunitense, oltre ai tanti italiani. "Segno evidente - commenta Mario Marin, presidente del Gruppo Prealpi Venete - che questa nostra competizione si sta affermando come una delle più belle grazie al paesaggio che attraversa ma anche per merito dei tanti volontari, oltre duecento, che ci aiutano nel garantire la buona riuscita della manifestazione".

Oltre alla preparazione logistica del percorso, con interventi di potatura e sfalcio, i volontari saranno impegnati soprattutto nell'assicurare la massima sicurezza ai tanti runners. A gestire le emergenze sarà uno staff formato da medici dedicati, che opereranno in stretta collaborazione con le organizzazioni di volontariato. Lungo il percorso saranno dislocate numerose ambulanze e al seguito degli atleti ci saranno moto dotate di defibrillatori. "Saremo inflessibili sui controlli - spiega ancora il presidente - ci saranno addetti specializzati con il compito di accertare che ogni atleta abbia dotazione adeguata, perché la sicurezza viene prima del divertimento".

Durante il Gran Raid delle Prealpi Trevigiani i partecipanti potranno anche godere di punti ristoro eccellenti, dove troveranno anche il "brodetto" preparato da Marco, titolare della Locanda da Lino di Solighetto, un tocco di gourmet che non guasta in questa terra conosciuta per la qualità dei suoi ristoratori. Territorio che sostiene questa manifestazione anche con gli sponsor, prima fra tutti la storica concessionaria Carraro di Susegana.

Chiuse le iscrizioni online, è ancora possibile presentare la propria iscrizione direttamente alla partenza. Tutti i dettagli e la scheda di iscrizione nel sito www.gruppoprealpivenete.it.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento