Il Treviso Baseball Brothers festeggia la striscia di tre vittorie consecutive

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

TREVISO Venerdì 27 aprile dopo aver sudato le “famose sette camicie” (ve lo avevamo preannunciato!) e sofferto moltissimo contro il fortissimo Sharks Conegliano, all'ultimo inning i Brothers si sono aggiudicati l'incontro per 7 a 5.

Sofferenza causata in gran parte dall'attacco avversario che ha martellato i nostri beniamini per tutti i 6 innings ma anche in particolar modo per le mancate occasioni e le distrazioni sulle basi dei Brothers che hanno minato un più cospicuo bottino. Ma la forza dei Brothers, e questa sera ne abbiamo avuto la certezza, sta nella loro capacità di farsi del male da soli e di riuscire prontamente a cicatrizzare la ferita per poi ritornare in corsa come se non fosse successo nulla. Un gruppo che ha una sola anima e un grande cuore che batte all'unisono. Se poi aggiungiamo una miscela esplosiva di giocatori talentuosi allora l'alchimia del Famiglia dei Sisters e Brothers raggiunge il suo apice. Ma la cosa ancor più straordinaria è che tutti indistintamente, in assenza dei titolari, vanno a ricoprire le posizioni scoperte mettendoci anima e corpo con un unico scopo: il bene della squadra. Gli Sharks hanno fatto una grandissima partita (e non scopriamo nulla visto che già nella partita dell'andata lo avevamo riconosciuto) tenendo l'incontro bilanciatissimo ma anche in questa occasione alla fine i Brothers sono riusciti a spuntarla sul filo di lana. I Brothers, come squadra di casa, si presenta a Conegliano in formazione rimaneggiata, viste le numerose assenze: Paolo Celotto catcher, Salvatore Marcone first base, Enrico Celotto second base, Manuel Asero third base, Gabriel Barreto shortstop, Daniel Rivas left field, Michele Sartori center field, Antnio Montagner right field. Sul monte l'attesissimo ritorno di Luca Della Coletta e come DH Fabrizio Genovese. A disposizione: Lorenzo Meneghetti e Luca Pasquinelli. Per la cronaca erano assenti: il Cap. Roberto Berardi, Andrea Basso, Tiziana Rombi, Miguel Herrera, Sara Avanzi e Jose Castillo. Il ritrovato Della Coletta sfodera i suoi lanci migliori, ottimamente diretto a casa base dal granitico Paolo Celotto, e per due inning aiutato da una straordinaria difesa non concede nulla all'attacco degli Sharks. Il primo punto in assoluto della partita sono i giallo-neri a segnarlo nel primo inning con una serie di valide ma poi per due inning non concretizza più. Alla fine del terzo il punteggio provvisorio vede le due formazioni in parità, 1-1 con il Conegliano che sigla il primo punto nella parte alta dell'inning. Al quarto inning gli Sharks mettono l'acceleratore e segnano il punto del vantaggio. Pronta risposta dei Brothers che purtroppo lasciano troppi uomini sulle basi ma riescono comunque a segnare il run del pareggio. Della Coletta rimane sul monte anche nella parte alta del quinto e con grande maestria cerca di contenere il furioso attacco degli Sharks. Il Conegliano non demorde e riesce a incassare un altro punto portandosi nuovamente in vantaggio, 3 a 2.

La reazione dei nostri gloriosi portacolori non si fa attendere e tutto il lineup risponde con una serie di valide che ribaltano il parziale segnando quattro preziosi punti. Cambio sul monte per i Brothers. Nella parte alta del quinto, a sostituire il valoroso Della Coletta che esce tra i complimenti del team, c'è il collaudato Fabrizio Genovese che nel frattempo, nel ruolo inconsueto di DH, aveva dato prova di essere anche un buon battitore. Inizia bene Genovese ma con un out incassa le prime valide e con due uomini del Conegliano sulle basi viene rilevato dal closer di tantissime battaglie Michele Sartori. Come sempre Michele con grande freddezza limita i danni e con scelte tattiche adeguate porta in salvo la squadra e il Conegliano deve accontentarsi di soli due punti che gli permettono di accorciare le distanze ma non di portare la partita in parità. Mancano pochi minuti al termine e ai Brothers spetta l'ultimo attacco. Con un out arriva il punto di Sartori, in base grazie ad un doppio, spinto dal singolo di Barreto mentre il tempo scade: finisce 7 a 5 per i nostri portacolori. Grande prova di tutta la squadra sia dentro che fuori dal dugout. Anche nei momenti più difficili non è mai mancato l'incoraggiamento reciproco e in questo clima di grande amicizia non poteva non mancare anche il risultato. Nonostante le tre vittorie in tre partite i Brothers non si sono montati la testa perchè sanno che sarà un campionato lungo e tormentato e già martedì 8 maggio incroceranno le mazze con i fortissimi Bandits a Ponte di Piave …. ma adesso, giustamente, stanno assaporando con gusto il primo posto in solitario.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento