La città di Treviso si "accende" per la Serie A con i monumenti illuminati di azzurro

La società ha pensato di "accendere" le porte storiche di accesso alla città, San Tommaso e Santi Quaranta, insieme ad alcuni monumenti e fontane del centro storico

Il ritorno nella massima serie del basket nazionale è un grande evento per la città di Treviso che, dopo sette anni di assenza, giovedì prossimo 26 settembre vedrà la sua squadra De' Longhi Treviso Basket affrontare al Palaverde la corazzata Armani Milano. Per celebrare al meglio questo evento Treviso Basket grazie alla collaborazione attiva del Comune di Treviso e con l'intervento dell'agenzia di comunicazione e design Dogtrot, ha pensato di "accendere" le porte storiche di accesso alla città, San Tommaso e Santi Quaranta, insieme ad alcuni monumenti e fontane del centro storico: da questo week end fino a giovedì, al calar della sera tutti i trevigiani vedranno accendersi gli spazi monumentali di celeste, il colore della maglia di TVB, ma anche e soprattutto il colore della Città, così da coinvolgere la cittadinanza e dare il via in maniera suggestiva e spettacolare a una grande stagione di sport, che porterà Treviso sotto i riflettori ai massimi livelli dello sport nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento