Playoff: Loggia dei 300 gremita, ma è sconfitta per la De Longhi

Il Treviso Basket ha ceduto allo strapotere in casa della Fortitudo Agrigento di A2 Gold, ma già sabato sera alle 20.30 ci sarà la rivincita

Un'immagine del match

TREVISO Primo turno di play off al PalaMoncada di Porto Empedocle tra Fortitudo Agrigento e De’ Longhi TVB. Alla voce dei quindici superappassionati che hanno raggiunto TVB in Sicilia per questa gara1, si sommano i 500 di Piazza dei Signori che hanno tifato (compresi i presidenti Vazzoler e Ramanzini) come se fossero nella Sud del Palaverde per tutto il match facendo riecheggiare i cori per tutte le vie del centro.
Era il battesimo del fuoco per TVB, e la squadra di coach Pillastrini ha subito assaggiato l’aria della Gold in un primo quarto che alla fine risulterà decisivo. L’ala Evangelisti (ex Torino proprio con Pillastrini, 22 punti) e il play Alessandro Piazza (21), i migliori per la squadra di coach Ciani, hanno subito dettato la linea e con una prestazione d’attacco eccezionale (incredibile e, speriamo, irripetibile il 14/25 da tre, per non parlare del 22/31 da due!) i siciliani hanno subito preso quel vantaggio che poi la De’ Longhi TVB non è più riuscita a recuperare, nonostante a sprazzi i trevigiani abbiano fatto vedere un ottimo basket. Non è bastato un ottimo Powell (23 punti, top scorer del match). Alla fine i siciliani hanno vinto con autorità, segnando ben 102 punti, e la serie ora si sposta a Treviso tra sole 48 ore. Al Palaverde sabato sera sarà un’altra musica, e con l’aiuto del suo meraviglioso pubblico certamente TVB venderà cara la pelle, alzando il volume della difesa e dell’intensità dopo aver assaggiato ritmi e livello della serie superiore. L’importante sarà avere un Palaverde pieno per spingere i colori biancocelesti ad allungare questa fantastica stagione.

LA CRONACA

Parte bene la De’ Longhi che con Fabi e Rinaldi si presenta senza paura al PalaEmpedocle. Lo 0-4 iniziale però è illusorio. I siciliani non si spaventano e iniziano subito a prendere le misure e confidenza con il canestro trevigiano: bastano un paio di giri di lancette ed Evangelisti inizia a bombardare il canestro avversario con precisione chirurgica. Treviso prova a rimanere attaccata alla partita con Powell e Williams (bene in attacco nei primi 20′), ma è l’altro Williams, quello di Agrigento, a colpire ancora dall’arco. La De’ Longhi fatica a trovare le adeguate contromisure al gioco dei siciliani che in attacco praticamente fanno quello che vogliono, spaccando la difesa veneta come un coltello caldo con il burro.
Per fortuna però nel finale di quarto arrivano anche i primi rari errori dei padroni di casa, che sono compensati dalle giocate di Williams che porta la De’ Longhi al 28-24 del 10′.

Le percentuali incredibili di Agrigento però continuano e anche dalla panchina arrivano canestri a raffica nel cesto di Treviso, con Udom e compagnia che continuano a martellare, specie da lontano. Fantinelli e compagni provano a rimanere a galla velocizzando il gioco in attacco e trovando anche delle discrete soluzioni offensive, ma il divario diventa importante con Udom che prende il posto di Evangelisti e la lotta a rimbalzo che fa capire alla De’ Longhi TVB che la musica, tra Gold e Silver, lì sotto è un po’ differente. La Fortitudo arriva all’intervallo lungo, guidata magistralmente dal talento del play Piazza (15 all’intervallo, come per Evangelisti), sul 57-44 e con un dato incredibile per una gara di play off: 68 per cento al tiro (!!), a conferma che l’inerzia e le mani bollenti sono tutte dalla parte siciliana.

Nella ripresa si vede qualche piccolo miglioramento da parte della De’ Longhi, che però non riesce a tenere i ritmi forsennati imposti da un’indemoniata Agrigento che con i soliti Piazza ed Evangelisti continua il proprio show balistico. I biancoblù hanno il merito però di almeno provarci, con le triple di un super Powell e un Fantinelli volitivo, suoi 8 punti consecutivi che riducono il divario fino al 73-64 al 27′, un -9 che però rimane il minimo svantaggio degli ospiti. Contro una Moncada che tira con il 70% abbondante comunque essere stati in gara per 30 minuti
è un’impresa
. Agrigento infatti non alza le mani dal manubrio e continua a spingere, infilando canestri pesanti (bene anche l’ex trevigiano Saccaggi nel finale) nel canestro ospite, con l’obiettivo di toccare quota cento e mandare un chiaro messaggio per gara2. Treviso invece non molla, come sempre ci prova, con il carattere di capitan Fabi e di un mai domo Negri, ma la festa è tutta per i padroni di casa che chiudono la propria serata da favola fra gli applausi del pubblico del PalaMoncada.

Sabato al Palaverde gara2 alle 20.30. Si riparte da 0-0 e nel suo fortino la De’ Longhi TVB sarà pronta per l’impresa e cercherà di riportare la serie a gara3 in programma mercoledì prossimo in terra siciliana.

FORTITUDO AGRIGENTO – DE’ LONGHI TREVISO 102-84 (28-24; 57-44; 80-68)

FORTITUDO AGRIGENTO: Vai (0/1 da tre), Evangelisti 24 (3/5, 4/5), Williams 17 (3/4, 3/4), Chiarastella 6 (2/4, 0/1), De Laurentiis 4 (2/2 da due), Saccaggi 8 (1/1, 2/4), Piazza 19 (6/9, 1/3), Udom 10 (2/2, 2/2), Portannese ne, Dudzinski 14 (3/4, 2/5). All Ciani.

DE’ LONGHI TREVISO: Williams 11 (4/7, 1/4), Pinton 3 (1/4 da tre), Malbasa ne, Fabi 10 (2/6, 2/3), Busetto ne, Cefarelli (0/2 da tre), Fantinelli 12 (3/4, 1/2), Powell 23 (6/7, 3/4), Rinaldi 12 (5/8 da due), Negri 10 (3/6, 1/5), Vedovato 2 (1/2 da due). All. Pillastrini

Arbitri: Ciano, Pepponi, Bongioni

Note: Spettatori 800. Tiri da due: Agrigento 22/31, Treviso 24/40. Tiri da tre: Agrigento 14/25, Treviso 9/24. Tiri Liberi: Agrigento 14/14, Treviso 8/11. Rimbalzi: Agrigento 23, Treviso 22; Assist: Agrigento 17, Treviso 16

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento