Impresa del Treviso Basket al Palaverde: battuta Agrigento

Incredibile partita all'ultimo respiro al Palaverde: 78-70 il finale con un super Williams top scorer. Ora gara 3 di nuovo ad Agrigento per la storia

Un foto del match (giampiero alessandrini)

TREVISO Impresa della De Longhi nel fortino del Palaverde di fronte a 4500 tifosi giunti da tutta la Marca trevigiana: battuta la Fortitudo Agrigento, ora è gara 3 in Sicilia per fare la storia e raggiungere la finale di A2! Da ricordare intanto la premiazione di coach Pillastrini come migliore tecnico di A2 Silver. Il tecnico emiliano si aggiudica il riconoscimento per il primato ottenuto al termine della stagione regolare, chiusa con un record di 21 vinte e 9 perse, che ha permesso alla squadra trevigiana di guadagnare l’accesso ai playoff. Pillastrini ha preceduto Giancarlo Sacco (19-11, Basket Recanati), Adriano Vertemati (19-11, Remer Treviglio), Antimo Martino (18-12, Acmar Ravenna) e Giovanni Benedetto (18-12, Viola Reggio Calabria). La De’ Longhi ha vissuto un eccezionale avvio di stagione, con 8 vittorie consecutive, per poi mantenersi costantemente nelle prime posizioni della graduatoria. Trascinata anche dal grande entusiasmo del pubblico che ha fatto registrare una media di 4.312 spettatori a gara nell’anno del ritorno al PalaVerde. Da evidenziare anche la partecipazione alla IG Basket Cup Serie A2, con i veneti sconfitti ai quarti dalla FMC Ferentino, poi finalista, al termine di un incontro vibrante ed equilibrato.

LA CRONACA

Gara2 al Palaverde, TVB in campo per restare nella stagione dopo la gara1 persa 48 ore fa in Sicilia con la Moncada Agrigento. Grande partenza della squadra di coach Pillastrini, premiato dal presidente di Lega Basciano prima della gara con il premio di migliori coach dell’anno. Trascinata dall’entusiasmo da brividi del suo pubblico TVB (assenza pesante dell’ultima ora per Negri, virus intestinale), 4572 anche stasera, parte fortissimo con un Coron Williams scintillante: 4-0, poi 11-2 con 6 punti della guardia USA e una bomba di Powell, il 13-2 al 4′ lo firma Fantinelli da fuori. Poi qualcosa si inceppa e Agrigento entra in partita con i suoi tiratori, che continuano sullo stile di gara1 (5/8 da tre al 10′ per i siciliani). Prima 7 punti in fila compresa una bomba del pivot Dudzinski, 15-10 al 5′. Treviso a zona, anche per proteggersi da falli prematuri, e arrivano altre due bombe, prima di Piazza per il -2 (15-13), poi il sorpasso 15-16 del mattatore di gara1 Evangelisti, chiude lo Williams della Moncada in transizione. Parziale shock di 16-2 e Pillastrini chiede time out al 6′ con i suoi sotto di tre dopo l’ottimo avvio (15-18). Da lì in poi inizia la girandola dei cambi, e le squadre vanno al primo mini-riposo con Agrigento avanti 22-26 grazie all’ennesima tripla, stavolta di Williams.

Dopo il riposo inizia bene Dudzinski per Agrigento che tocca il +6 (22-28), risponde bene Pinton con la bomba del -3, ma la difesa di coach Ciani comincia ad essere indigesta per la circolazione di palla trevigiana. Allora ci pensa ancora Mauro Pinton, che pareggia a quota 28 con un’altra tripla, e con il break dell’ex Sassari torna l’equilibrio e si alzano i decibel al Palaverde. Continua il parziale (9-0) con un’altra bomba di Coron Williams (31-28), in serata di grazia al tiro (14 punti nei primi 20′). La gara si incattivisce, il Palaverde è una bolgia, e alimenta l’entusiasmo il guerriero dell’area, Tommy Rinaldi, per il 35-31 al 16′. Partita spezzettata, arriva anche il terzo fallo di Cefarelli in pochi minuti, e le percentuali delle due squadre scendono a livelli più “play off” rispetto all’inizio (e a gara1). Sul 35-35 al 18′, dopo due personali dello Williams siciliano, coach Pillastrini chiede time out. L’assenza di Negri si fa sentire nelle rotazioni biancocelesti, in una gara di intensità notevole. Trovare la via del canestro è molto difficile, Powell lotta da sotto, ma spesso la palla lo beffa e TVB non riesce a volare via, si va al riposo lungo con un punticino di dote: 37-36.

Il terzo quarto è una battaglia durissima, la via del canestro è sempre più stretta per entrambe le squadre e con difese scatenate ci vuole il guizzo di classe dei singoli per spezzare l’equilibrio. Ci pensa Coron Williams, scatenato, due sue bombe in fila portano al +5 (48-43) i ragazzi di coach Pillastrini, poi due falli in attacco consecutivi (contestati) fischiati a Rinaldi, e Agrigento al 26′ chiede time out. Pubblico tutto in piedi e atmosfera dantesca al Palaverde. Agrigento risponde colpo su colpo, ma stavolta è Pinton (ottimo al tiro stasera) a trovare il jolly da lontano per il 51-48, prima dell’ennesima sfuriata di Piazza, play tascabile già decisivo in gara1. Entra nel match anche Vedovato, che appoggia il 53-51 e il 55-55, con la De’ Longhi che deve dosare falli ed energie con il bilancino del farmacista vista la pesante assenza di Negri e del suo atletismo. Piazza e Williams per Agrigento ricuciono tutti gli strappi e si va all’ultimo intervallo con gli ospiti avanti 55-57.

Ultimo quarto di fuoco, Treviso lotta per restare nella stagione, Agrigento vuole chiudere. Si soffre, ne risente la percentuale anche ai tiri liberi della De’ Longhi, ma il cuore di Fantinelli e compagni è grandissimo e si continua a combattere colpo su colpo. Coron Williams è ancora caldo, e un suo coast to coast infiamma il Palaverde, è 59-57 al 33′, poi Fantinelli per il +4 e coach Ciani ferma le ostilità con un time out. Marshawn Powell viene sempre raddoppiato, se non triplicato dalla difesa siciliana, allora si apre il gioco e Fantinelli ne approfitta da tre per allungare ancora (65-61 al 35′) e tenere TVB con la testa avanti. Arriva il 4° fallo di Dodzinski, mattatore in attacco per Agrigento (22 punti), poi ancora Coron Williams la mette da otto metri e il Palaverde esplode per il +8 con 3’40″da giocare (69-61). Non è finita, Evangelisti dimezza il vantaggio di Treviso (69-65). Allunga Fantinelli, poi ancora Williams, incredibile prestazione al tiro dell’USA nato a Vicenza, spara la tripla e a 2′ dalla fine TVB prova un’altra spallata (74-67), portando la De’ Longhi a +7. Escono lo Williams di Agrigento, toccato duro, e Dodzinski (5° fallo), in un finale dove la De’ Longhi TVB trova energie inaspettate, tenendo botta ai tentativi di rimonta della Moncada con Piazza e Evangelisti. Due tiri liberi di Rinaldi, grande prova da combattente, suggellano il finale e il Palaverde puo’ esultare per la grande vittoria di TVB.

Mercoledì lo spareggio, si riparte da 0-0 e la De’ Longhi TVB può ancora sognare con il suo meraviglioso pubblico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento