Nuova sconfitta per il Treviso Calcio: esplode la rabbia del presidente Visentin

Grande delusione per il presidente del Treviso Calcio dopo l'ennesima sconfitta della squadra in campionato nella partita giocata contro Villorba. Squadra in silenzio stampa

TREVISO Poteva essere la domenica della ripartenza e della nuova speranza per salvare un campionato finora al di sotto delle aspettative ma la nuova sconfitta che il Treviso Calcio ha riportato sul campo del Villorba per 1-0 nella giornata di domenica 14 gennaio, ha fatto perdere del tutto la pazienza al presidente Luca Visentin che si è voluto sfogare contro i giocatori in una serie di pesanti dichiarazioni post-partita. Ecco cos'ha detto:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono estremamente deluso da quello che ho visto oggi in campo. Per noi doveva essere la gara della svolta. Lo è stata ma in un senso esclusivamente negativo. Capisco quindi l’accesa contestazione di tutti i tifosi e il loro malessere che è pari, se non addirittura inferiore, in confronto a quello che ha dentro il sottoscritto. Sono decisamente amareggiato e molto infastidito. Ho parlato solo con lo staff, mentre con la squadra ci vedremo martedi’ alla ripresa degli allenamenti e non per un confronto ma unicamente per comunicare i dovuti e seri provvedimenti nei loro riguardi. Cosi’ non si va da nessuna parte. Con il dovuto rispetto nei confronti di tutte le squadre che partecipano a questo torneo, dieci lunghezze dalla capolista, con la rosa allestita per questo Treviso,sono un abisso. Non ci sono giustificazioni.Chi non se la sente di indossare o di onorare questa gloriosa maglia lo dica apertamente e si faccia da parte. Una piazza come la nostra non merita certe umiliazioni e nemmeno il sottoscritto, per gli investimenti fatti e soprattutto per impegni futuri presi. Premesso tutto ciò, si rende noto che a partire da ora e fino a nuova comunicazione, tutti i tesserati sono in silenzio stampa in quanto oltre a non esserci alibi e giustificazioni, c’e’ poco da parlare ma unicamente da sudare e lavorare per cercare di riprendere immediatamente il cammino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento