Il sitting volley pronto a partire nel capoluogo della Marca

Kosmos Volley inizierà l'attività a ottobre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Entra a Treviso il sitting volley, disciplina paralimpica che la scorsa estate ha raggiunto la qualificazione a Tokyo 2020 grazie alle ragazze della Nazionale Femminile. A guidare la squadra trevigiana è la U.S. Albertina – Kosmos Volley, società che conta più di 200 atleti nell’indoor e che per la seconda stagione ha voluto affiancare alla pallavolo tradizionale anche il progetto di sitting volley, denominato “sitting kosmico”. Archiviate le diverse esperienze dell’annata 2018-19, con molteplici partecipazioni in eventi dentro e fuori provincia (tra cui spiccano l’amichevole con la Nazionale Maschile di sitting volley a Verona e con quella femminile a Zero Branco), la volontà del sodalizio zerotino è quella di creare una struttura che possa dare un’opportunità concreta alle persone con disabilità e non di avvicinarsi a questo sport. La scelta di entrare nel capoluogo della Marca va infatti proprio nella direzione di dare un punto di riferimento importante, grazie anche alla collaborazione già intrapresa con il CIP Treviso, il CSI Treviso, la FIPAV Treviso-Belluno, e alcune realtà associative e sportive trevigiane. Il primo passo di questa nuova avventura è stata la presenza alla Giornata dello Sport a Treviso lo scorso 15 settembre che ha visto una grande partecipazione ed entusiasmo per questa nuova proposta.

Gli allenamenti inizieranno quindi lunedì 7 ottobre alle 20.30 presso la scuola primaria Manzoni di S. Antonino, sotto la guida del coach federale abilitato Marco Mestriner. Per ogni informazione è possibile contattare la società alla mail kosmosvolley@gmail.com o al numero di telefono 349 31 28 622.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento