Veterani dello sport, sezione di treviso: premio all'atleta dell'anno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Per la locale sezione trevigiana dell’Unione Nazionale Veterani dello sport, associazione benemerita riconosciuta dal Coni, lunedì 10 settembre è stata una giornata speciale in quanto è stato assegnato il “Premio atleta dell’anno 2018”. La “festa” è stata celebrata nella sala verde del Palazzo Rinaldi a Treviso alla presenza di autorità sportive, politiche e dei vertici regionali e nazionali dell’UNVS e di molti soci della sezione trevigiana intitolata a Memenio Bortolozzi figura carismatica dello sport trevigiano. Durante la cerimonia sono stati consegnati riconoscimenti ad atleti che si sono maggiormente distinti nell’annata sportiva ma anche alla memoria , alla dedizione e passione, alla carriera, ed alla giovane promessa. Il consiglio direttivo della sezione trevigiana , presieduto da Achille Sogliani, ha lavorato alacremente per arrivare all’assegnazione dei premi in quanto molti sono gli sportivi trevigiani meritevoli di ricevere le onorificenze e quest’anno quello più ambito, dell’Atleta dell’anno, è stato consegnato alla nuotatrice Barbara Pozzobon, che succede ad Andrea Meneghin premiato lo scorso anno, il premio alla giovane promessa al judoka Mattia Prosdocimo, nel 2017 consegnato alla schermitrice Elisabetta Bianchin, quello alla dedizione e passione a Leandro Casagrande, calcio, alla carriera a Mario Aldo Pasetti, automobilismo, alla memoria a Sandor Peron , rugby, consegnato nelle mani della figlia Tatiana, ed il premio Garatti agli studenti Leonardo e Alberto Gava .

Torna su
TrevisoToday è in caricamento