Il Treviso Volley è Campione d'Italia U18 per la quinta volta nella sua storia

Gli orogranata si sono imposti per 3-0 contro la Lube Civitanova. Un risultato arrivato con 6 vittorie su 6 gare senza mai affrontare un tie-break nella settimana tricolore

Treviso sale sul gradino più alto d'Italia per la quinta volta in una finale nazionale impressionante conquistata con 6 vittorie su 6 gare senza mai affrontare un tie-break nella settimana tricolore. Un risultato che da orgoglio a tutto il movimento orogranata (dal 2012 senza una squadra di Serie A) che si è presentato nel panorama nazionale con tutte le proprie formazioni alle fasi finali dei tornei e conquistando, addirittura, lo scudetto Under 18. E' il titolo nazionale numero 33 per la società trevigiana, l'ultimo nel 2015. Per coach Cappelletto è il quarto titolo personale (2008-2013-15-19). L'ultima volta, come nelle più belle storie, proprio a Chianciano, la terra che oggi gli ha regalato il suo quarto successo nazionale. Ben tre premi individuali assegnati ai trevigiani: miglior giocatore del torneo ad Alberto Pol, miglior palleggiatore Paolo Porro, miglior centrale Federico Crosato.

LA CRONACA
I SET: Parte con grande equilibrio il match (10-10) ed i primi punti servono ad entrambe le formazioni per studiare gli avversari, ma è il muro di Crosato a siglare il primo break orogranata (16-14). La Lube dimostra di voler tornare subito in gioco grazie agli attacchi dell'opposto azzurro Stefani, vera bocca di fuoco marchigiana (19-18), costringendo Cappelletto al suo primo time out. Macerata ingrana la quinta al servizio e gli orogranata perdono un po' di lucidità ristabilendo il punto a punto (20-20) che li accompagnerà fino alla fine del set dove a far la differenza è, ancora una volta, il muro difesa orogranata (25-23).

II SET: Il set inizia sorridendo a Volley Treviso grazie ad una magia del regista Porro che permette agli orogranata di premere sull'acceleratore (10-4). La Lube resta annichilita commettendo errori in attacco con tutti i propri terminali (13-6). Continua il momento di scarsa lucidità per tutto il set nel lato marchigiano, con gli orogranata che amministrando il vantaggio si concedono al bel gioco trovandosi spesso smarcati in attacco (21-9). Macerata sbaglia battuta, Treviso no. I ragazzi di Cappelletto vincono con un divario insormontabile (25-11).

III SET: Crosato, come in tutta la finale, dimostra di essere in forma stellare. Batte forte e conquista il primo ace del set (4-3). Macerata ritrova un po' di concretezza al servizio ed in attacco dimostrando di non voler mollare (12-12), andando per la prima volta in vantaggio grazie agli attacchi di Stefani (15-17). Cappelletto chiama time out per rimettere ordine, accorciando le distanze con il muro (19-19). Lube spara fuori la pipe che permette agli orogranata di tornare sopra (20-19). La tensione sale, gli orogranata sbagliano in attacco e ristabiliscono la parità (23-23), ma Mozzato mette a terra un primo tempo micidiale (24-23). Il tricolore arriva, l'Italia è orogranata (25-23).

E' un coach Cappelletto, ovviamente, felicissimo al termine della finale tricolore che ha consegnato al tecnico di Treviso il quarto titolo nazionale: "Spererei che anche il prossimo anno ci fosse una finale a Chianciano - ironizza Cappelletto quando gli viene chiesto se la location toscana gli sia particolarmente fortunata dato che nel 2015 ha conquistato l'ultimo scudetto proprio in Toscana - Credo che in questa finale la qualità del nostro gioco abbia fatto la differenza, rendendoci difficilmente leggibili a muro e permettendoci di perdere soltanto un set nel torneo. Sono contento soprattutto per i ragazzi, per noi allenatori a volte è difficile mettere in risalto le caratteristiche di ogni atleta e devo dire che in questo torneo invece ci siamo proprio divertiti. Spero - conclude il tecnico orogranata - che questo successo porti visibilità alla qualità del lavoro di tutta la società che riesce, nonostante non vi sia una squadra di serie A di riferimento, a dire la sua nel panorama nazionale".

VOLLEY TREVISO - LUBE CIVITANOVA 3-0 (26-24, 25-11, 25-23)

VOLLEY TREVISO: CODATO n.e., BARUTTA 0, FISICARO n.e., NOVELLO 13, POL 10, MAGGIO (L), COMACCHIO 0, CROSATO 14, SOLDAN 0, MARINI 0, MOZZATO 5, CAVASIN n.e., PORRO 6, CEOLIN 6, MARTINEZ (L). ALL. CAPPELLETTO, ASS. FANTON.

LUBE CIVITANOVA: ARENI (L), BARTOLUCCI 3, CARCAGNI 6, CICCARELLI 11, ESPOSITO 0, GABRIELLI 0, GIULIANI n.e., LUCARINI 3, MAGNANI n.e., MONTECHIARI, POLI 1, RISINA (L), STEFANI 11. ALL: PAPARONI, ASS. DEL GOBBO.

DURATA SET: 27, 18, 30. Tot. Incontro 1.15h.

TREVISO: BATT. SBAGLIATE 10, ERR. ATTACCO e MURATI 17, ACE 5, MURI 10
CIVITANOVA: B.S. 12, E.A. e A.M. 21, ACE 6, MURI 7.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

  • Buona la prima: al Biscione in pista oltre 200 ballerini di tango argentino

  • L'estate incantata arriva a Treviso: cinema e spettacoli da luglio a settembre

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Sparito nelle acque del Piave, ore di angoscia per Nicola Bertoli

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

  • Grave incidente a Ponzano, cade con lo scooter: soccorso dal Suem 118

Torna su
TrevisoToday è in caricamento