Vittorio Sgarbi a Treviso in visita alla mostra di Francis Bacon

L’esposizione, che rimarrà accessibile al pubblico fino al primo maggio, ha suscitato la curiosità dell’illustre storico d’arte

 

TREVISO Importante presenza questa mattina in Casa dei Carraresi:  Vittorio Sgarbi, accompagnato dal direttore generale di Kornice srl Andrea Brunello, ha fatto visita alla mostra “Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”. L’esposizione, che rimarrà accessibile al pubblico fino al primo maggio (martedì-giovedi 12:00/18:00 venerdì – domenica 10:00/20:00) ha suscitato la curiosità dell’illustre storico d’arte che, di fronte ad una delle sale più affascinanti dell’esposizione intera, ha affermato il suo stupore in merito all'organizzazione e alla progettazione del percorso mostra, oltre che all'indiscutibile fascino delle opere esposte.

Sgarbi, in particolar modo, ha voluto anche rendere omaggio alla bellezza di Treviso come città d'arte, evidenziando come la mostra stessa sia insita in un contesto artistico di grande spessore come la Casa dei Carraresi, luogo d'arte e di fiascino ove si possono osservare, in concomitanza con le opere di Bacon esposte, gli affreschi apposti nelle mura della celebre location trevigiana. Un fenomeno d'arte nell'arte, sostiene l'opinionista e scrittore, è un surplus in più per il visitatore della mostra, che in una sola occasione può contemplare diverse tipi di arte.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

A giocare un ruolo fondamentale, oltre alla struttura ospitante la mostra, anche l'atmosfera di luci e colori che l'accostamento delle opere è riuscito a creare: sorpreso dalla corretta illuminazione dei quadri tale da esaltarne colori e caratteristiche, il dottor Sgarbi si è complimentato con il patron di Kornice per l'abilità di mantenere un'atmosfera elegante e raffinata, gestendo al meglio l'illuminazione di tutte le diverse serie di opere. 

La mostra di Francis Bacon, che raccoglie una molteplicità di opere dell’artista di Dublino e di altri autori, vuole creare un percorso artistico e psicologico che serva a ciascun visitatore a delineare sotto molteplici punti di vista quella che è la figura dell’uomo moderno a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, periodo contraddistinto da dubbi ed incertezze sull’essere umano. 

Diverse le opere esposte, raggruppate nelle molteplici sale in base ai temi affrontati: alla sala dedicata agli autoritratti, succede l’esplosione dei colori della sala ospitante le raffigurazioni delle figure papali. A seguire, altre sezioni tematiche della mostra che addentrano il visitatore in mondi esperienziali differenti e  coinvolgenti, dal ritratto di volti noti alle opere di grandi dimensioni che riprendono dipinti di grandi artisti. 

Al termine del percorso mostra, senza alcuna esitazione, il critico d'arte ha affermato la sua convinzione sulla veridicità delle opere dell'artista: nessuna finzione, ha detto di fronte alle evidenze legali e scientifiche esposte al pubblico in una sala della mostra appositamente creata. Le prove giuridiche e grafiche ivi esposte, ha continuato, non sono altro che la dimostrazione che quanto tavolta discusso non trovi alcun riscontro reale. 

Ricordiamo di seguito i prossimi eventi in mostra, di cui si può rimanere aggiornati consultando il sito www.bacontreviso.it: 

Venerdì 13 Gennaio - ore 19: Aperitivo... con l'arte (visita guidata gratuita alle ore 19 e a seguire aperitivo)

Domenica 15 Gennaio - ore 17:00: Laboratorio per bambini (Laboratorio per bambini € 11,00 con un adulto pagante biglietto intero. La durata del laboratorio sarà di circa 90 minuti. I genitori potranno visitare la mostra autonomamente. L’evento si svolgerà al raggiungimento di almeno 10 partecipanti)

Martedì 17 Gennaio: Martedì Universitario (ingresso a €8 per tutti gli studenti universitari che mostrano il badge in segreteria)

In allegato, alcune foto della visita di Vittorio Sgarbi all'esposizione "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno".

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento