Canizzano, profughi prendono scarpe e vestiti dai punti di raccolta caritas

Scarpe, vestiti e qualsiasi capo di abbigliamento si possa trovare. I due giovani sono stati ripresi al punto di raccolta della Caritas di fronte alla chiesa di Canizzano, mentre frugavano all'interno del bidone in cerca di vestiti da potersi portar via

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

A riprendere la scena e a postarla sui social è Nicola Torresan, Presidente del Parco del Sile, che ci spiega come la situazione si ripeta costantemente ad ogni ora: "Tutti i giorni ci sono gruppetti da 3 a 5 persone che sostano e frugano nel cassonetto della caritas - ci spiega Torresan - e spesso abbandonano li ciò che non si portano via, gettando i vestiti a terra lungo la strada. Ho segnalato l'accaduto, assieme ai residenti e commercianti della zona, a Comune e Contarina  - continua Torresan - che sono venuti a ripulire la zona dagli oggetti abbandonati, ma il via via continua a tutte le ore."

Potrebbe Interessarti

  • «Accusati da un gruppetto di persone»: i fratelli Stella contro minacce e messaggi d'odio

  • Treviso, Roncade, Olmi, Silea, Merlengo: perchè si chiamano così?

  • Treviso si sveglia all'alba per le vie del centro con la "5 alle 5"

  • I fratelli Stella: «Addolorati e vicini alla famiglia di Alessandro Sartor»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento