Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Studenti in visita all'azienda, i titolari offrono loro un posto di lavoro

L'episodio è avvenuto alla STL Structural Tube Laser di Quinto di Treviso che opera da sessant’anni nella carpenteria metallica medio pesante e specializzata nelle lavorazioni di taglio laser, plasma e ossitaglio di tubi e profili in 3D

 

QUINTO DI TREVISO Ha ospitato 23 studenti dello Iuav di Venezia e al termine ha offerto loro un posto di lavoro. E’ la STL Structural Tube Laser di Quinto di Treviso che opera da sessant’anni nella carpenteria metallica medio pesante e specializzata nelle lavorazioni di taglio laser, plasma e ossitaglio di tubi e profili in 3D. L’iniziativa era riservata agli studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale rispettivamente di “Disegno industriale e multimedia” e di “Design” dello IUAV di Venezia nell’ambito del “Welcome design workshop 2018” promosso dallo Iuav e Fondazione di Venezia. L’azienda di Quinto di Treviso, fondata 60 anni fa dal nonno Angelo e poi portata avanti dal papà Gianfranco, è ora capitanata da due giovani Giada e Kristian Mazzobel con rispettivamente alle spalle una laurea in giurisprudenza e una in Ingegneria Meccanica. Con l’arrivo di Giada e Kristian è iniziata l'ascesa di STL. Hanno investito nella tecnologia d'avanguardia tanto da diventare un punto di riferimento a livello europeo per la lavorazione di tubi in acciaio di grandi dimensioni.

“Il mercato richiede di poter investire in continuazione - dice Kristian Mazzobel- abbiamo acquistato il primo impianto al mondo per il taglio di tubi e profili con tecnologia al laser – plasma e ossitaglio in 3D e siamo costantemente attivi anche nell'ambito non solo degli investimenti tecnologici ma soprattutto in quelli umani. Siamo un’azienda in forte crescita e abbiamo una estrema difficoltà a reperire giovani da inserire nel nostro team. Pur avendo notevolmente abbassato l'età media dei nostri dipendenti, con l'assunzione di giovani in vari settori, abbiamo la necessità di reperire personale” dice Kristian. “Con lo Iuav ci siamo praticamente cercati -racconta Giada Mazzobel- Loro necessitavano di aziende in grado di mostrare ai propri studenti come si crea materialmente ciò che progettano, noi volevamo capire cosa si aspetta un giovane laureato dal mondo del lavoro. La nostra azienda è alla costante ricerca di giovani talentuosi che abbiano voglia di cimentarsi ed iniziare una carriera professionale nell'ambito dell'acciaio. È per questo che al termine del workshop abbiamo offerto a questi ragazzi la possibilità di essere assunti una volta terminato il loro percorso di laurea”.

“La relazione tra aziende e Istituti Universitari, se non in grosse imprese, non è molto usuale- ha detto il designer Alessandro Masturzo che ha accompagnato i 23 studenti alla STL e li sta seguendo nel progetto di Workshop- L'idea che l'azienda di Quinto di Treviso abbia cercato di entrare in contatto con studenti dell’ Università IUAV è molto interessante e ha entusiasmato i giovani che in queste settimane hanno avuto modo di confrontarsi con una realtà imprenditoriale diretta da persone quasi loro coetanee che hanno una preparazione culturale diversa, più contemporanea, e che probabilmente sono più abituati a lavorare in team”. Da questa visita, in STL, e dai successivi approfondimenti in sede universitaria è stata realizzata una mostra-presentazione con i risultati del progetto, inaugurata lo scorso 28 settembre a Venezia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento