Operaio per saldature arredi metallici

Settore: / Personale Operaio /
Azienda: Randstad Italia Spa
Data annuncio: 15/06/2020
Sede di lavoro: Treviso


Sei un saldatore con esperienza nella saldatura di arredi metallici? Sai saldare a filo e a cannello? Randstad Oderzo sta selezionando la figura di un saldatore o una saldatrice con minima esperienza nella saldatura estetica di arredi metallici.

L'azienda si occupa della produzione di mobili finiti ed ha una linea di divani e poltrone con componenti metallici: piedini, telai, braccioli, zoccoli. Questi elementi sono esposti quindi esteticamente devono essere perfetti, senza nessun evidente difetto nelle saldature e nelle pieghe. Offriamo un inserimento iniziale tramite agenzia per il lavoro di circa 8 mesi, valevole come periodo di prova, allo scadere del quale si valuta il passaggio diretto in azienda. L'orario di lavoro è a giornata dalle 8 alle 12 e dalle 13:30 alle 17:30.

La risorsa sarà inserita in produzione e si occuperà di svolgere piccole saldature estetiche sui telai di divani e poltrone, sugli zoccoli delle sedute, sulle gambe delle sedie, sui poggioli e poggia testa. Lavorerà in autonomia se già in grado di svolgere il suo lavoro, sarà affiancato da una figura senior se il candidato sarà alla prima esperienza in ambito saldatura.



Si richiede qualifica meccanica o corso specifico sulla saldatura. Capacità di leggere e scrivere in italiano correttamente, per compilare le schede tecniche di ogni prodotto. Luogo di lavoro Ormelle. Si valutano anche profili femminili con minima esperienza nella saldatura.

Youth@Work approved: ricerca compatibile con profili junior

Candidati per questo lavoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento