Apre a San Biagio uno sportello psicopedagogico dedicato alle famiglie

I genitori potranno affrontare le problematiche di gestione dei bambini e ragazzi all’interno delle mura domestiche, trovando un supporto su come gestire nuovi conflitti con i figli e come affrontare la nuova gestione del tempo libero e del tempo scuola

A San Biagio apre uno sportello psicologico per le famiglie

Il Comune di San Biagio di Callalta mette a disposizione di tutte le famiglie, duramente provate dall’emergenza sanitaria, uno sportello psicopedagogico. Lo annuncia l’assessore Martina Cancian. 

“Siamo consapevoli - dice - delle difficoltà che molti genitori, anche del nostro territorio, stanno affrontando in questo lungo periodo alle prese con la gestione dei figli che sono stati costretti a casa, senza più poter frequentare la scuola e le attività del tempo libero. Per questo, in collaborazione con l’Istituto comprensivo, la Collaborazione pastorale e l’Ulss 2, abbiamo deciso, nell’ambito del progetto Città educante, di non lasciarli soli e di mettere a disposizione tutti i giorni della settimana una psicologa e un pedagogista che, al telefono, possono rispondere ai loro quesiti, fornendo utili consigli».

Lo sportello sarà gestito da Federica Novello, psicologa, presente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 11 alle ore 12, raggiungibile al numero telefonico 3803713457 e da Matteo Pasqual, pedagogista, presente nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 16 alle ore 17, al numero 3534071380. Chi fosse interessato può semplicemente inviare un messaggio ai numeri degli specialisti per essere da loro richiamati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I genitori potranno telefonare per affrontare le problematiche di gestione dei bambini e ragazzi all’interno delle mura domestiche, trovando un supporto competente e puntuale su come gestire nuovi conflitti con i figli, come affrontare la nuova gestione del tempo libero e del tempo scuola, avere qualche consiglio sui cambiamenti avvenuti nelle modalità relazionali. Lo spazio psicopedagogico sarà a disposizione anche degli insegnanti. «La scuola – ricorda l’assessore Cancian – è stata, subito dopo il servizio sanitario, l’istituzione pubblica che più ha dovuto mettersi in gioco per poter proseguire, attraverso la didattica a distanza, la sua mission educativa. Gli insegnanti, a cui va il grazie mio e dell’Amministrazione comunale per il grande senso del dovere dimostrato anche in questa occasione, sono stati, come le famiglie, messi a dura prova. La gestione dello sportello è stata per questo condivisa anche con l’Istituto comprensivo statale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento