menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della preparazione dello spiedo

Un momento della preparazione dello spiedo

Primo maggio di gusto a Sernaglia grazie allo "Spiedo solidale" per 150 famiglie

Il sindaco Mirco Villanova: «Il cuore grande della comunità sernagliese si è manifestato ancora una volta»

Un 1° maggio all'insegna della solidarietà e della bontà quello che si è svolto quest'anno a Sernaglia della Battaglia. In un contesto difficile per la pandemia da coronavirus e le restrizioni necessarie per contenere il contagio, cinque associazioni del territorio con la collaborazione della Protezione civile A.n.A. di Sernaglia, e il supporto dell'Amministrazione comunale, hanno consegnato circa 150 porzioni di spiedo ad altrettanti concittadini tra quelli più fragili, già seguiti dai servizi sociali o più provati dalla crisi economica generata dall'emergenza sanitaria. Gli autori del bel gesto sono i volontari delle associazioni Pro Loco Sernaglia della Battaglia, Pro Loco Fontigo, Asd Fontigo, Festeggiamenti Villanova e Noi Insieme – Circolo Pedrè. Lo “spiedo solidale” è stato consegnato in tempo utile per essere consumato durante il pranzo del 1° maggio, dando così un sapore diverso a una festa che è stata vissuta sotto tono da molti per le difficoltà che stanno maturando proprio nel mondo del lavoro e per i lutti che il Covid-19 ha provocato anche nel nostro territorio. «Il cuore grande della comunità sernagliese si è manifestato ancora una volta – commenta il sindaco Mirco Villanova – a nome di tutta l'Amministrazione e di tutti i cittadini vorrei ringraziare chi ha permesso di realizzare l'iniziativa dello spiedo solidale, che va ad aggiungersi ai piccoli e grandi gesti di affetto e solidarietà tra concittadini che abbiamo registrato in questi due mesi molto duri per tutti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento