menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto i rifiuti abbandonati

In foto i rifiuti abbandonati

Rifiuti abbandonati nella golena del Piave: ecovandali multati

La Polizia locale di Maserada ha sanzionato con una multa da 600 euro due persone accusate di aver abbandonato decine di chili di rifiuti a pochi metri di distanza dal fiume

La Polizia locale di Maserada sul Piave, ha emesso una multa di 600 euro nei confronti di due persone, responsabili dell’abbandono nel territorio di una gran quantità di rifiuti domestici nell'area golenale del Piave, a lato della strada sterrata sul prolungamento di via Matteotti.

L’indagine è partita dalle segnalazioni di alcuni cittadini, su due accumuli di rifiuti abbandonati. Arrivati sul posto, gli agenti della Polizia locale hanno trovato decine di chili di rifiuti sparsi su una superfice di circa 10 metri quadrati in un luogo particolarmente isolato nella golena del Piave. Si tratta di un’area vicina a una strada sterrata, dove è vietato il transito alle auto, percorsa solitamente da persone che amano fare sport e lunghe camminate vicino al Piave. Le indagini della Polizia locale sono continuate con l’analisi dei rifiuti, in mezzo ai quali sono stati trovati una serie di documenti utili per risalire all'identità dei responsabili. Alla fine le testimonianze di alcuni passanti e l’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza comunale, hanno permesso ai vigili di individuare con certezza i due ecovandali. 

IMG_RIFIUTI 2-2

Non è la prima volta che la Polizia locale di Maserada ha a che fare con casi di questo tipo. E' di poche settimane fa la segnalazione alla Procura della Repubblica di due attività, presunte responsabili dell’abbandono di rifiuti sempre in un’area periferica di Maserada sul Piave e nell’area vicino al Piave: in quel caso, trattandosi di rappresentanti di altrettante persone giuridiche, l’abbandono è stato perseguito dal Codice Penale e si è proceduto con due comunicazioni di notizie di reato alla Procura della Repubblica. Il controllo del territorio da parte della Polizia locale di Maserada proseguirà anche nelle prossime settimane per ridurre l’attività di abbandono di rifiuti nel territorio e assicurare un ambiente sano e protetto a tutta la collettività: attività fortemente incoraggiata e sostenuta dall'amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Lamberto Marini e dall'assessore all'ambiente Ketty Pattaro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento