menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Basta degrado alla Loggia dei Cavalieri, Acampora: "Serve un regolamento ad hoc"

Il consigliere comunale trevigiano ha deciso di presentare una modifica al regolamento di polizia urbana mirata a tutelare esplicitamente la storica Loggia nel cuore della città

TREVISO "Lo stato in cui si versa la Loggia dei Cavalieri in questi ultimi anni è peggiorato sempre più dal punto di vista del degrado e della sicurezza". A dirlo è il consigliere comunale Davide Acampora che con queste parole ha annunciato la sua nuova proposta per mettere un freno allo "sfregio culturale" subito da uno dei luoghi simbolo del capoluogo di Marca.

"In queste ultime settimane la situazione sta degenerando, diventando sempre più insostenibile e preoccupante" dichiara Acampora dopo aver raccolto numerose segnalazioni da parte dei cittadini indignati dalla poca considerazione e dall'abuso del luogo perpetrato da decine di persone poco rispettose e maleducate, soprattutto di età adolescenziale. "È nostro dovere, quali amministratori di Treviso, porre fine a questo sfregio e trovare delle soluzioni immediate per tutelare e proteggere il nostro monumento unico al mondo anche in relazione al fatto che la città sta diventando sempre di più meta di un turismo internazionale affamato più che mai della nostra cultura e del nostro patrimonio. È inammissibile vedere gente che bivacca lungo i muretti perimetrali della Loggia, biciclette buttate per terra ovunque, pavimenti sporchi e residui di cibo ovunque; per non parlare dei numerosi gruppetti di ragazzini che occupano perennemente l'area del loggiato disturbando con eccessivi schiamazzi e talvolta con l'ausilio di stereo per la musica. Non è questo il biglietto da visita che l'amministrazione intende dare ai turisti e visitatori".

In qualità di presidente della 5^ commissione consiliare statuto e regolamento, Acampora ha deciso di presentare già nei prossimi giorni ai colleghi commissari una modifica al regolamento di Polizia urbana mirata a tutelare esplicitamente la Loggia dei Cavalieri. Attualmente, infatti, le norme vigenti sono molto generiche ed interpretabili: l'articolo 37 comma "i" elenca una serie di divieti tra i quali quello di sedersi sui gradini dei monumenti ed edifici quando il fatto sia contrario al decoro urbano, quando venga limitato il libero utilizzo degli spazi pubblici o la fruizione cui sono stati destinati oppure renda difficoltoso o pericoloso l'accesso agli spazi pubblici. Commenta Acampora: "È evidente che tale norma risulta insufficiente in relazione ad una tutela più rigorosa della nostra Loggia dei Cavalieri, per questo motivo proporrò l'inserimento di un articolo "37 quinquies" da inserire ad hoc. Tale articolo garantirà il rispetto del nostro patrimonio culturale in particolare quello della Loggia dei Cavalieri, vietando una serie di comportamenti irrispettosi e poco consoni in relazione all'importanza di quel luogo: sarà vietato sedersi, bivaccare o consumare cibi e bevande su tutta l'area della Loggia in particolare sui parapetti; disturbare con schiamazzi o giochi inconsulti i visitatori e passanti sia al di sotto che a ridosso del monumento, come anche parcheggiare velocipedi all'interno o in prossimità delle mura della Loggia al di fuori delle rastrelliere. Chiederò agli uffici comunali la possibilità di porre la sanzione più alta prevista in questi casi. E' mia intenzione avere il pugno duro per debellare definitivamente comportamenti maleducati". Conclude Acampora: "Il testo definitivo dell'articolo 37 Quintus verrà elaborato con l'apporto di tutti i Commissari e della Giunta, sarà mia premura in veste di presidente garantire la partecipazione e il contributo di ogni singolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento