Shopping compulsivo ai tempi del Coronavirus

In che modo il coronavirus ha modificato le nostre abitudini sugli acquisti impulsivi

Quante volte sei andato in un negozio o in un supermercato, hai visto qualcosa che non avevi intenzione di acquistare e l'hai preso? Non sei solo. Gli esperti di marketing, dichiarano che circa un terzo di tutti i consumatori acquistano cose d'impulso ogni settimana e che questo avviene di solito, annullando qualsiasi tipo di freno economico.

La leva psicologica

La quarantena è un momento confuso per essere un consumatore.  Con una recessione o persino una depressione che incombe, siamo tutti preoccupati per i nostri mezzi di sussistenza. Perseguire motivazioni edoniche durante la quarantena, può giovare ma esagerare perdendo il controllo, lo renderà terribile a lungo termine. Inoltre, l'impatto di un individuo sulla possibilità di una recessione è limitato, quindi non è una scusa per fare shopping senza controllo.

Acquisti senza ritegno e imponderati, è un ovvio tentativo di sostituire le vite pre-quarantena che si è stati costretti a lasciare alle spalle. In un certo senso, si cerca di compensare ma ossessivamente. Pensiamo alle abitudini conviviali, quando si era soliti incontrarsi per l’aperitivo; l’impossibilità nel farlo, ha sviluppato il desiderio, la brama di simboli rappresentativi la nostra normalità, nel mezzo di una situazione aberrante. I sostituti della vita reale sono ovunque e il dato chiaro è che le vendite di liquori sono aumentate di oltre il 75% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Tali acquisti potrebbero non essere del tutto necessari, ma sono un modo importante di esercitare la libertà che si perde, in un momento come la quarantena. In altre parole, facciamo acquisti in modo da poter sentire le redini della nostra vita ancora gestiti da noi stessi.

Acquisti anti stress

Mentre potremmo acquistare meno gomme, caramelle e cioccolatini, per fortuna stiamo ancora acquistando, anche se online. Si è rilevato che circa il 35% dei consumatori, ha fatto acquisti d'impulso per far fronte allo stress della pandemia di coronavirus. E delle persone che hanno ammesso di aver speso troppo, uno su 10 afferma di aver superato il budget di oltre 1000 euro, da quando è iniziata la quarantena.

Di solito fare acquisti d'impulso è un chiaro ed immediato modo, per cercare di riguadagnare il controllo di fronte all'incertezza. Ma questo atteggiamento non ponderato e smosso solo dall’istinto, potrebbe non apparire gravoso sulle prime, il problema sorge dopo un lasso di tempo più ampio, in cui i risultati di questa leggerezza possono emergere prepotentemente sulle proprie finanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se sei un acquirente impulsivo, si consiglia di attendere almeno 24 ore, prima di effettuare per davvero l’acquisto.  Un'altra cosa da chiedersi, è se puoi davvero permetterti di effettuare l'acquisto, indebitarsi senza una reale necessità, soprattutto in questo periodo, non è davvero il caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento