menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad personam: il centro anziani Sartor offre cure e assistenza a domicilio

Presentato a Castelfranco il nuovo progetto del centro anziani Sartor. Un servizio dedicato a tutti gli anziani bisognosi d'aiuto, senza costringerli a lasciare casa loro

Il centro anziani Sartor amplia l’offerta al territorio e lancia il servizio “Ad personam”: prestazioni di cura e assistenza per la persona e per la famiglia a domicilio dedicate agli anziani.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune di Castelfranco Veneto e vede partner privati come Camst, Coop. Eureka, Farmoderm, Coop. L’Incontro, Tena, Gruppo Maggioli. Il servizio è attivo e può essere richiesto anche online su www.centroanzianisartor.it. L’attivazione avverrà entro 48 ore dalla conferma di presa in carico della richiesta. Il servizio prevede tariffe calmierate per venire incontro al maggior numero possibile di famiglie. Le prestazioni di carattere sanitario sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi. Con “Ad Personam” il centro anziani Sartor vuole mettere a disposizione le proprie risorse e competenze per le famiglie del territorio. Un servizio professionale, attento ai bisogni dell’anziano con tempi di attivazione rapidi che vuole essere di supporto a chi non gode dell’assistenza domiciliare pubblica o vuole integrarla, il tutto a prezzi calmierati per poter soddisfare le esigenze di tutta la comunità. Si tratta di assistenza temporanea o continuativa che può essere effettuata a domicilio o direttamente nel Centro Diurno attivamente del Sartor in via Ospedale, 12.

Le prestazioni offerte dal Sartor con “Ad Personam” sono: bagno assistito: completa igiene del corpo con bagno, cambio del vestiario, piega per le signore e barba per i signori, igiene personale e cambio: igiene personale mattutina e/o serale, con alzata o preparazione per la notte e cambio intimo o panno. Accompagnamenti in esterna per visite e pratiche, consulenza domiciliare: interventi di sostegno alla persona e ai familiari, con accesso di diversi professionisti al bisogno (dietista, psicologo, logopedista, educatore, etc.). Fisioterapia: trattamenti fisioterapici riabilitativi e di mantenimento personalizzati e mirati, prestazioni Infermieristiche: Accesso dell’infermiere a domicilio per: misurazione dei parametri vitali, somministrazione di farmaci su prescrizione medica, predisposizione settimanale del pilloliere, consegna dei pasti, servizio di trasporto: trasporto con rimborso chilometrico da/per il domicilio per usufruire delle prestazioni in struttura e servizio di lavanderia. Il servizio sarà attivo da venerdì 26 ottobre. Per tutte le informazioni: +39 320 4243985 (anche What’sapp); sito: www.centroanzianisartort.it; e-mail: domicilio@centroanzianisartor.it

Il progetto è stato presentato nelle scorse ore al Teatro comunale di Castelfranco alla presenza del sindaco, Stefano Marcon, l’assessore ai servizi sociali, Sandra Piva, il presidente del Centro Sartor, Maurizio Trento, la direttrice del Centro Sartor, Elisabetta Barbato, il referente Ulss 2, Maurizio Sforzi, il presidente della Coop. L’Incontro, Luca Mazzon, oltre a numerosi rappresentanti di enti e associazioni. «Faccio il mio plauso al presidente, alla direttrice e a tutti i collaboratori della casa di risposo Sartor – ha commentato il sindaco, Stefano Marcon - che sono stati capaci di progettare e poi realizzare questa nuova proposta per gli Anziani della nostra Città. Un servizio a domicilio importante che non c’era, attivato dalla casa di riposo con il nostro patrocinio e che ci permette di guardare avanti con nuove speranze per dare nuovi punti di rifermento nel territorio. Un lavoro sinergico di tanti attori per una novità che ci contraddistingue nel panorama locale». «Il centro anziani Sartor si apre al territorio – ha detto il presidente Trento – offrendo una serie di servizi per chi non usufruisce dell’assistenza pubblica oppure vuole integrarla. Ci rendiamo conto che il Sartor è sempre più un centro di servizi per la comunità e non soltanto un luogo dove vengono ospitati gli anziani. Questo è un inizio, vogliamo sperimentare in questa prima fase per capire come tarare e personalizzare al meglio il progetto». «I servizi offerti con Ad Personam vengono effettuati da chi li fa quotidianamente, con professionalità e passione: i dipendenti del Sartor e dei nostri partner, le cooperative e le aziende che supportano la struttura. Si va dal bagno assistito all'igiene personale, dalla consegna dei pasti di qualità al servizio di lavanderia – ha detto la Barbato – solo in città ci sono oltre settemila residenti over 65, il 22% degli abitanti: capiamo bene quanto è fondamentale garantire loro supporto, specie per il futuro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento