Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adriano Panatta Racquet Club, al via i lavori: «Progetto ambizioso»

Lunedì 5 ottobre è stato presentato a Ca' Sugana il progetto che vede l'ex campione di tennis in prima fila nella creazione di una nuova casa del tennis in via delle Medaglie d'Oro

 

Il cantiere è stato aperto e i lavori sono iniziati: l'ex Sporting Club di via delle Medaglie d'Oro a Treviso è pronto a trasformarsi nel nuovo centro che prenderà il nome di "Adriano Panatta Racquet Club".

WhatsApp Image 2020-10-05 at 12.04.48-3

Lunedì 5 ottobre in municipio a Treviso si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto alla presenza del campione di tennis Adriano Panatta, sempre più trevigiano d'adozione, insieme al sindaco Mario Conte e Philippe Donnet. Il progetto prevede la creazione di un centro con una scuola di tennis per bambini, 8 campi da gioco di cui 6 coperti, per il paddle saranno invece costruiti 4 campi scoperti e 3 coperti. A tutto questo si aggiungeranno due palestre per attività fisica di vario tipo, una Spa di 450 metri quadrati e una nuova Club house con ristorante, bar e piscina aperti a tutti. Panatta ha commentato con queste parole: «Penso sia davvero un progetto ambizioso. I lavori sono finalmente iniziati e sono molto contento. Con il Covid e le varie interruzioni non è stato facile portare avanti il progetto. Il Comune ci ha dato un grande aiuto. Speriamo di concludere i lavori entro la metà del 2021. Sono molto affezionato a tutte le strutture coperte. La Spa sarà un vero e proprio fiore all'occhiello per il centro. Abbiamo curato molto le attività dedicate alle donne». E a chi gli domanda se il nuovo "Racquet Club" servirà a scoprire un nuovo "Panatta" del tennis italiano, il campione commenta e conclude: «Non sarà questo l'obiettivo del club. Servirà a tutti i trevigiani che vorranno venire a fare sport e stare bene. Poi i corsi di tennis li faremo e se ci sarà qualche ragazzino meritevole tra gli iscritti vi assicuro che lo segnaleremo». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento