Attualità Via Ugo Trevisanato

Movida e assembramenti: 5 giorni di chiusura per il bar "Ae poste"

Nuova stangata per il noto locale di Mogliano dopo la multa di 400 euro fatta dai carabinieri nelle scorse settimane. Chiusura disposta dal Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà

L'esterno del bar "Ae Poste" (Immagine d'archivio)

Chiusura "forzata" per cinque giorni disposta dalla Prefettura di Treviso: nuova tegola per il bar "Ae Poste" di Mogliano Veneto che, dopo la multa di 400 euro ricevuta dai carabinieri nelle scorse settimane, è stato sanzionato anche dal Prefetto Maria Rosaria Laganà.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" il provvedimento sembrava essere nell'aria ormai da qualche giorno. Troppe le polemiche su movida e assembramenti all'esterno del locale. Il titolare si era giustificato dicendo di non poter essere responsabile per il comportamento dei clienti fuori dal bar, su suolo pubblico, ma le sue parole non hanno convinto né carabinieri, né la Prefettura che ha scelto la linea dura della chiusura forzata. Il Prefetto ha giustificato il provvedimento etichettando il caso del bar "Ae Poste" come un assembramento molto evidente e pericoloso per la salute pubblica. Tutto era partito dalle segnalazioni di alcuni residenti che si erano lamentati per la movida fino a notte fonda all'angolo tra Via Trevisanato e Via IV Novembre. L'intervento dei carabinieri aveva portato a una prima sanzione ai danni del titolare. Non è la prima volta che la Prefettura di Treviso impone i 5 giorni di chiusura a un locale della Marca. Era già successo a Treviso ma in quel caso la sanzione era arrivata per il mancato rispetto dell'ordinanza comunale sul consumo di alcolici all'esterno dei plateatici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e assembramenti: 5 giorni di chiusura per il bar "Ae poste"

TrevisoToday è in caricamento