Venerdì, 24 Settembre 2021

Presidio per l'Afghanistan in Piazza Borsa: «Aprite i corridoi umanitari»

Venerdì 20 agosto poco meno di una cinquantina di manifestanti hanno preso parte alla mobilitazione organizzata da Associazione Caminantes e Centro Sociale Django. Le parole dei presenti

Poco meno di una cinquantina i trevigiani che venerdì sera, 20 agosto, hanno preso parte al presidio organizzato alle ore 19 in Piazza Borsa a Treviso da Associazione Caminantes e Centro Sociale Django per l'apertura di canali umanitari che permettano ai profughi afghani di raggiungere l'Europa, fuggendo dalla dittatura talebana. Una prima apertura è arrivata in queste ore proprio dalla Prefettura di Treviso che avrebbe scelto l'ex caserma Serena come struttura indicata per l'accoglienza di un primo contingente di famiglie afghane.

WhatsApp Image 2021-08-20 at 19.32.00-2

Questo il commento degli organizzatori presenti alla manifestazione: «Sono passati vent'anni dall'inizio della guerra in Afghanistan. Vent'anni in cui i costi in termini economici e di vite umane sono stati altissimi. Solo il nostro paese ha speso oltre 8 miliardi di euro in spese militari per finanziare la presenza italiana in Afghanistan, senza contare tutte le vittime, di cui buona parte civile, cadute durante i raid Nato o gli attentati dei Talebani. L'appello è semplice: è necessario non perdere tempo e iniziare una campagna per l'apertura immediata di corridoi umanitari per garantire il passaggio sicuro a tutti coloro che scappano da guerra, miseria e terrore». Gli intervistati sono Ruggero Sorci e Luigi Calesso.

WhatsApp Image 2021-08-20 at 19.28.48-2

Si parla di

Video popolari

Presidio per l'Afghanistan in Piazza Borsa: «Aprite i corridoi umanitari»

TrevisoToday è in caricamento