Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Brutale aggressione martedì 31 marzo a Casella d'Asolo. L'agricoltore scoperto a scaricare liquami in acqua ha avuto uno scatto d'ira aggredendo il passante che l'aveva redarguito

Trattore con cisterna nei campi (Foto generica d'archivio)

Stava andando a lavoro in macchina quando si è accorto che, nelle vicinanze di un fosso, c'era parcheggiato un trattore con un uomo intento a sversare liquami dalla cisterna nell'acqua. L'automobilista a quel punto ha accostato facendo notare all'uomo che non poteva mettersi a svuotare i liquami nel fosso ma, a quel punto, è stato aggredito e preso a martellate.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" l'aggressione è avvenuta martedì 31 marzo nella frazione di Casella d'Asolo, di prima mattina. D.B. (queste le iniziali dell'automobilista aggredito) ha cercato di fermare l'agricoltore dicendogli di smetterla ma non ha fatto altro che suscitare le ire di quest'ultimo che, in un primo momento, ha iniziato a insultarlo per poi prendere un martello che teneva nell'abitacolo del trattore iniziando a picchiare l'automobilista colpendolo più volte alle braccia e in fronte. L'uomo è stato ricoverato in pronto soccorso con diverse contusioni lievi alle braccia e alla testa. Dopo tutti gli esami di controllo le sue condizioni non sono risultate gravi. Il suo aggressore, invece, è stato fermato e denunciato dai carabinieri di Asolo intervenuti sul luogo dell'incidente. L'agricoltore è stato sanzionato per aver sversato i liquami nel fosso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento