Alberi pericolanti nei parchi: il Comune ne fa abbattere 36

Nelle aree verdi di Villa Margherita, Villa Manfrin e dell’ex sede dei carabinieri di Treviso, 36 piante in totale saranno abbattute e sostituite con urgenza nei prossimi giorni

Taglio alberi (Immagine d'archiivio)

La caduta improvvisa di un albero nel parco di Villa Margherita a Treviso ha portato alla luce alcune criticità sullo stato di salute della vegetazione nel parco della villa trevigiana, a pochi giorni dall'inizio della nuova edizione di Suoni di Marca.

La segnalazione dell'albero caduto nelle scorse ore è stata fatta dal  Gruppo Alcuni agli uffici competenti del Comune di Treviso che hanno subito avviato i controlli nell'area. Il problema si è rivelato ben più grave del previsto. Ne è emersa la necessità di mettere al più presto in sicurezza i parchi di Villa Margherita, Villa Manfrin e dell’ex sede dei carabinieri di Treviso. E’ stato così chiesto l’intervento di Contarina, che gestisce il servizio di gestione del verde pubblico per la messa in sicurezza delle aree verdi, meta di tantissime famiglie trevigiane. Nello specifico, da verifiche puntuali condotte anche strumentalmente in collaborazione con lo specialista agronomo Claudio Corazzin, è emerso che, su un patrimonio complessivo di circa un migliaio di piante presenti nei tre parchi, 36 alberi appartenenti a varie specie risultano avere difetti o patologie vegetali che ne hanno pregiudicato irrimediabilmente la stabilità o che ne hanno determinato la morte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Data l’impossibilità di cura e recupero di queste piante e considerati gli eventi atmosferici intensi previsti nei prossimi giorni, è stato deciso di intervenire con urgenza, disponendo l’abbattimento di piante morte e altri interventi urgenti di potatura con la rimozione di rami secchi, spezzati o malati. L’obiettivo primario rimane infatti la salvaguardia dell’incolumità delle persone che frequentano il parco, oltre alla necessità di evitare l’ulteriore propagazione del contagio ad altre piante attualmente sane. Ogni albero abbattuto verrà infatti reintegrato con nuove piantumazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento